sabato 21 ottobre 2017 01:08:06
omniroma

Lorenzin e Zingaretti al San Camillo
L’altra notte l’incendio mortale

2 maggio 2016 Cronaca

Questa mattina il ministro della Salute Beatrice Loernzin e il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti si sono recati presso l’ospedale San Camillo di Roma a seguito dell’incendio avvenuto nella notte tra sabato e domenica. Nel corso della visita il presidente ha incontrato il Direttore Generale Antonio D’Urso e gli operatori che sono intervenuti dopo l’incidente.
Nella notte tra sabato e domenica, infatti, un incendio è divampato in una stanza del reparto medicina del secondo piano del padiglione Maroncelli dove erano ricoverati alcuni pazienti uno dei quali è rimasto ucciso. Decine di pazienti sono stati fatti evacuare. Sulla dinamica dei fatti, il paziente ricoverato nella stessa stanza del deceduto ha dichiarato all’azienda di aver visto “il fuoco provenire dal lenzuolo, dalla parte bassa del letto, verso piedi”. E a dare l’allarme sarebbe stato proprio il suo compagno di stanza, uscito incolume dal rogo grazie all’assistenza di infermieri e guardie giurate intervenute immediatamente. Per la vittima, Gheorge Andoni, moldavo, residente ad Ostia, invece, bloccato a letto a causa dell’amputazione di un piede, non c’è stato nulla da fare, gli infermieri e il personale non sarebbero riusciti a portarlo in salvo. Sulla dinamica dei fatti tuttora al vaglio dell’autorità giudiziaria, l’azienda ospedaliera precisa che gli impianti di rilevazione incendi sono entrati in funzione regolarmente e che il pronto intervento della squadra antincendio aziendale e degli operatori sanitari presenti formati alla prevenzione “antincendio alto rischio” ha permesso di scongiurare conseguenze più drammatiche.