martedì 19 settembre 2017 17:20:48
omniroma

Terremoto, Visita a sorpresa del Papa
“Vi sono vicino e prego per voi”

4 ottobre 2016 Cronaca

Ha scelto il giorno del suo onomastico e di quello del santo patrono d’Italia per fare una visita a sorpresa. Papa Francesco, questa mattina, si è recato nei territori colpiti duramente dal sisma del 24 agosto scorso. Prima un incontro con i più giovani, nella scuola realizzata in tempi rapidissimi per dare la possibilità ai bambini di Amatrice di tornare sui banchi. Poi, a piedi, tra le macerie del centro di Amatrice. Infine ad Arquata e Accumuli. “Vi sono vicino e prego per voi”, ha detto Bergoglio arrivato in mattinata ad Amatrice, accompagnato dal vescovo di Rieti, monsignor Domenico Pompili, dove ha incontrato i bambini della scuola. Il Papa è stato accolto dagli studenti delle elementari e delle medie che gli hanno donato alcuni disegni. “Non volevo dare fastidio, per questo ho lasciato passare un po’ di tempo – ha aggiunto – Sono qui semplicemente per dire che vi sono vicino e prego per voi. Vicinanza e preghiera, questa è la mia offerta a voi”. Dopo aver lasciato le aree devastate dal sisma, il Pontefice ha sostato anche alla Residenza Sanitaria Assistenziale del San Raffaele Borbona, a Rieti. La struttura accoglie ospiti non autosufficienti e malati cronici. Qui ha salutato uno per uno 60 pazienti, la maggioranza dei quali anziani sfollati a causa del terremoto. Papa Francesco ha pranzato con loro. “Oggi abbiamo vissuto un momento di inaspettata gioia – ha dichiarato Alberto Bertolini, Amministratore Delegato del Gruppo San Raffaele – la visita del Santo Padre è stata per noi un’enorme sorpresa che ha ripagato tutte le fatiche e i piccoli grandi disagi vissuti in queste settimane dai nostri ospiti. Un raggio di sole, foriero di speranza e conforto, capace di colmare in un baleno tutti i momenti bui seguiti a quella ancora più buia notte del 24 agosto scorso