mercoledì 20 settembre 2017 23:55:26
omniroma

Venti detenuti “ricominciano dal Giubileo” Saranno impegnati nel decoro della città

21 settembre 2015 Senza categoria

“Il Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria comunica che in data 16 settembre 2015 il Consiglio di Amministrazione di Cassa Ammende ha approvato il progetto denominato ‘Ricomincio da qui’ presentato dal Provveditorato dell’Amministrazione Penitenziaria del Lazio in collaborazione con Roma Capitale. Il progetto prevede l’impiego di 20 detenuti della Casa di reclusione di Roma Rebibbia in attività di pulizia e cura delle aree cittadine in occasione degli importanti eventi di tipo religioso previsti nell’Anno Giubilare. Le esigenze e i programmi di manutenzione saranno indicati dall’Amministrazione di Roma Capitale e dai servizi e Dipartimenti competenti. La partecipazione al progetto è a titolo volontario e gratuito. Per ciascun detenuto è previsto un impegno lavorativo per 25/30 ore settimanali per una durata complessiva di sei mesi”. Così in una nota il Dipartimento Amministrazione Penitenziaria.
“Il progetto ‘Ricomincio da qui’ nasce nell’ambito del protocollo di intesa Dap–Anci sottoscritto il 20 giugno 2012 e rappresenta un esempio di azione concreta volta ad offrire opportunità di crescita personale a persone in esecuzione penale, in possesso di idonei requisiti sotto il profilo giuridico/comportamentale, attraverso percorsi di sensibilizzazione all’educazione ambientale, al decoro della città e alla tutela della sicurezza pubblica – si legge nel comunicato – I detenuti saranno destinatari di attività formativa erogata attraverso il modello ‘imparare lavorando’ volta a sviluppare il senso di appartenenza e sensibilizzazione dei partecipanti alla tutela dell’ambiente, del decoro della città e conservazione dei beni cittadini; ad ampliare le competenze e a sviluppare nuove capacità in grado di trasformare le persone in esecuzione penale da soggetti assistiti a soggetti attivi favorendo il processo di inclusione socio-lavorativa; a contribuire al miglioramento dell’immagine della città nei confronti dei residenti, dei turisti e dei pellegrini. Il finanziamento di 9.000 euro (di cui 6.000 euro per le spese di assicurazione e 3.000 per la fornitura di materiale antinfortunistico) è interamente sostenuto da Cassa Ammende”.
(21 Settembre 2015)