lunedì 11 dicembre 2017 01:19:25
omniroma

Turismo, manifestazione contro il piano Torpedoni
“Così distruggono il comparto”

15 settembre 2017 Cronaca, Economia
Bandiere in mano e fischietti rossi in bocca così si sono trovati a piazza Madonna di Loreto, all’incrocio tra piazza Venezia e via dei Fori Imperiali, i lavoratori e gli imprenditori del settore turistico,

in particolare gli operatori del noleggio bus. La protesta infatti nasce dalla bozza di delibera redatta dall’Assessorato alla Mobilità sostenibile, conosciuta come delibera anti torpedoni. La bozza prevede un aumento di tariffe molto significativo per l’ingresso nell’anello ferroviario, passando dall’attuale regime nel quale gli operatori di bus pagano 3.000 euro l’anno ai 36.000 euro per un carnet di ingressi che corrisponde circa all’anno. Inoltre, i pullman non potrebbero più entrare nella Ztl, dove rimarrebbero solo i pullman scoperchiati per i tour turistici. In piazza, registrati all’appello redatto dagli imprenditori (ognuno ha chiesto ai suoi dipendenti di partecipare) erano 910. Un pullman è stato posto al centro della piazza e ogni tanto ha accompagnato il suono dei fischietti con quello del clacson. “Vorremmo che il sindaco Virginia Raggi scendesse a parlare con noi” ha detto Andrea Genovese, segretario nazionale di Emet, sindacato noleggiatori autobus. Alcuni dei manifestanti lo hanno preso troppo sul serio e hanno provato ad andare a prendere la sindaca superando il cordone di polizia che li divideva da Piazza Venezia. Non ci sono state tensioni, ma i manifestanti sono stati subito fatti rientrare in piazza Madonna di Loreto.