lunedì 11 dicembre 2017 06:44:27
omniroma

Terremoto, Zingaretti, Errani e Curcio
visitano cantiere casette Amatrice

2 dicembre 2016 Cronaca, Omniparlamento, Politica

Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, il commissario straordinario per il terremoto del centro Italia, Vasco Errani, e il capo della Protezione Civile, Fabrizio Curcio, hanno effettuato questa mattina un sopralluogo al cantiere delle SAE (strutture abitative di emergenza), le cosiddette casette di Amatrice in costruzione per le popolazioni colpite dal terremoto del 24 agosto. Presenti anche l’assessore regionali agli Enti Locali, Fabio Refrigeri, il sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi, e il comandante dell’esercito del ‘raggruppamento sisma’, Sergio Santamaria.

Oggi è una giornata importante e dovuta. I cittadini di Accumoli e Amatrice pochi mesi fa hanno lasciato queste aree con l’impegno che tutti ci eravamo presi di un abbandono provvisorio, perché qui sarebbe sorta un’area di villaggi per l’ospitalità e per mantenere l’impegno etico e morale, prima che politico, di riportare qua la gente di questa terra. Grazie a una straordinaria collaborazione, anche questa volta di tutte le diverse articolazioni dello stato, una collaborazione totale tra regione, comune, protezione civile, commissario, il genio militare e le ditte che hanno poi fatto la parte operativa e stanno facendo la parte più importante, possiamo dire che si sta vincendo una sfida. Ovviamente va tenuta alta la tensione e l’attenzione affinché tutto proceda nei tempi stabiliti, però era giusto e opportuno venire qui in primo luogo per ringraziare tutti perché si vede che oltre agli accordi c’è una passione civile ed etica che fa la differenza, e poi per continuare a dire ai cittadini e a tutti coloro che hanno subito il dramma del terremoto, come diciamo sin dal 25 agosto, non siete e non sarete mai soli. Il sistema nelle sue articolazioni sta facendo di tutto affinché si rispettino gli impegni presi”. Così il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, durante un sopralluogo al cantiere delle casette.

“Il terremoto ha una vastità enorme, inedita per questo paese, e forse di questo non c’è ancora piena consapevolezza. La prima grande sfida è riuscire ad accelerare per fare tutte le verifiche e mettere in moto tutto il processo della ricostruzione. La nostra priorità sono le scuole e le imprese, perché una comunità come prospettiva deve avere due punti di riferimento: la scuola per i ragazzi e il lavoro. Noi adesso stiamo accelerando proprio per raggiungere questi due obiettivi. Dobbiamo fare le verifiche, la dimensione è enorme. Stiamo elaborando un nuovo meccanismo per le verifiche che presenteremo la prossima settimana. Sapete che prima si fanno le cose, e poi si dicono. Riusciremo a dare anche da questo punto di vista un segnale innovativo per rendere ancora più concreto il processo di velocizzazione della ricostruzione”. A dirlo è il commissario straordinario per il terremoto che ha colpito il centro Italia, Vasco Errani. “Il sistema si è mobilitato nel suo complesso. Come sapete questa è una delle aree dove il Genio militare ha fatto l’urbanizzazione. Su altre aree stiamo procedendo, la Regione sta procedendo ma, al di la di chi lo fa, il concetto è che lo stiamo facendo insieme. Ci saranno delle gare per completare l’urbanizzazione, per poter andare avanti. Credo che la cosa più importante sia rispondere con i fatti alle questioni”. Così il capo della Protezione Civile, Fabrizio Curcio, durante un sopralluogo ai cantieri delle casette di Amatrice che verranno destinate alle popolazioni colpite dal sisma del 24 agosto.