venerdì 20 ottobre 2017 19:56:40
omniroma

Terremoto, proteste per luogo funerali
Poi Renzi: “Si terranno ad Amatrice”

29 agosto 2016 Cronaca

“Su ricostruzione fare in fretta, massima trasparenza”

Protesta ad Amatrice per la decisione della prefettura locale di far svolgere i funerali delle vittime del terremoto domani a Reiti. Decine di persone hanno protestato davanti al quartier generale della protezione civile, minacciando di disertare in massa le esequie. “Io avevo chiesto di spostarli di qualche giorno i funerali, ma sono state prese decisioni che non ritengo giuste. Ho espresso la mia totale avversità, ora il prefetto tenga conto del dolore della mia comunità, della mia famiglia e della famiglia di questo paese. Facciano uno sforzo e diano prova che lo Stato è al servizio dei cittadini e non i cittadini al servizio dello Stato”, ha detto Sergio Pirozzi, sindaco di Amatrice. “Nel momento dei dolore bisogna stare vicini alla gente e non creargli altri stress – ha detto Pirozzi – Questa doveva essere una cosa della nostra gente, un momento di raccoglimento della comunità amatriciana”.

A dirimere la questione è intervenuto direttamente il Presidente del Consiglio Matteo Renzi, che via Twitter ha assicurato: “I funerali delle vittime del #terremoto si terranno ad Amatrice come chiedono il sindaco e la comunità locale. E come è giusto!”.

A mezzanotte i vigili del fuoco hanno tirato via dalle macerie dell’Hotel Roma ad Amatrice, una delle tre salme individuate e che da giorni si scavava per raggiungere. È il corpo di una donna. Sale così a 291 il numero ufficiale delle vittime del sisma del 24 agosto. Intanto i vigili del fuoco continuano le ricerche dato che sarebbero ancora meno di una decina le persone che mancano all’appello.

La scorsa notte, ha reso noto l’Ingv, sono stati registrati numerosi eventi sismici nell’area. Dopo il terremoto di magnitudo 6.0 del 24 agosto, la Rete Sismica Nazionale (RSN) dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) ha localizzato complessivamente 2220 eventi: 125 i terremoti di magnitudo compresa tra 3.0 e 4.0;  12 quelli localizzati di magnitudo compresa tra 4.0 e 5.0 e uno di magnitudo maggiore di 5.0 (quello di magnitudo 5.4 (Mw 5.3) avvenuto il 24 agosto con alle ore 04:33 italiane nella zona di Norcia (PG).

“C’è una ricostruzione da coordinare nel modo più saggio e più rapido. Giusto fare in fretta, ma ancora più giusto fare bene e soprattutto con il coinvolgimento delle popolazioni interessate. La ricostruzione dovrà avvenire nel modo più trasparente con l’aiuto di strutture che abbiamo voluto con forza come l’Autorità Anti Corruzione presieduta da Cantone ma anche con la massima trasparenza online. Ogni centesimo di aiuti sarà verificabile a cominciare da quelli inviati via sms dagli italiani al numero della protezione civile (Sms al numero 45500, ancora attivo per chi vuole dare una mano)”, scrive nella enews il presidente del Consiglio Matteo Renzi.