lunedì 21 agosto 2017 00:57:25
omniroma

Terremoto, presidio a Montecitorio
“Basta con promesse e passerelle”

2 febbraio 2017 Cronaca, Omniparlamento, Politica

A piazza Montecitorio si sta tenendo il nuovo presidio dei terremotati, per chiedere, ancora, al parlamento risposte sulla gestione post terremoto. La manifestazione è accompagnata dallo slogan “La nostra terra trema, noi no”. I manifestanti, circa 200, protestano per sensibilizzare sui gravi disagi che si stanno vivendo nelle zone terremotate, per cui si chiede una risposta più veloce possibile e una sburocratizzazione da parte dello Stato. Stando a quanto riferito dagli stessi organizzatori, si prevede in giornata l’arrivo di altre 500 persone. “Abbiamo organizzato questa manifestazione di tutti i terromotati, 80% umbro marchigiani, ma abbiamo anche delle rappresentanze del Lazio e dell’Abruzzo, per continuare con i fratelli amatriciani, che avevano organizzato il 25 gennaio scorso, il processo di pressione nei confronti dei politici, perché i tempi si devono ridurre. Siamo stanchi e distrutti, ma abbiamo voglia di lottare. Basta con le promesse e basta con le passarelle, bisogna agire. Fatti subito”, dichiara un organizzatore della provincia di Macerata Francesco Pastorella. Inoltre, i manifestanti hanno esposto un cartello, con su scritto un messaggio di aiuto al presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Il programma della giornata prevede tre incontri: una delegazione sarà ricevuta dal presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, dal Presidente della camera Laura Boldrini e infine dal presidente del Senato Pietri Grasso.