giovedì 19 ottobre 2017 19:58:22
omniroma

TERMINI, INTENSIFICATI CONTROLLI VIGILI: IN 21 GIORNI 719 SANZIONI

7 aprile 2016 Cronaca

Su volontà del commissario straordinario Francesco Paolo Tronca, la polizia di Roma Capitale è dal 14 marzo impegnata in attività di riqualificazione e snellimento nell’area della stazione Termini, dove vigili dei gruppi locali e speciali sono giornalmente impegnati a garanzia del decoro e al contrasto degli illeciti, commerciali e non: riguardo il traffico veicolare, anche il personale del Gpit (gruppo pronto intervento raffico) e quello del nucleo Termini del gruppo Trevi ogni giorno contrasta pesantemente le soste irregolari degli automobilisti che, sommandosi all’intenso traffico delle merci e quello dei mezzi pubblici, provoca disagi e rallentamenti. Le aree sono costantemente “coperte” da due turni giornalieri con personale anche appiedato, che opera sulle due dorsali di via Giolitti e via Marsala, estendendosi fino a via Gioberti, via Turati e via Farini. “I risultati sono visibili, i verbali irrogati in 21 giorni sono ad oggi 719, elencati come segue:
-Sosta in doppia fila 84
-Sosta in incrocio/intersezione 41
-Sosta su area scarico merci 83
-Fermata/sosta 206
-Sosta su posto disabili 9
-Sosta su attraversamento pedonale 23
-Sosta su marciapiede 21
-Altro 247”.
“L’importo delle sanzioni – spiega una nota della Polizia Locale – varia da 84 euro a 169 euro a seconda dell’infrazione. Oltre all’attività di repressione soste, dentro e fuori della stazione lo stesso Gpit opera con il nucleo squadra vetture, anch’esso da sempre impegnato nelle stazione e negli aeroporti: composta da agenti in borghese particolarmente specializzati ed allenati al contrasto degli illeciti commessi da taxi e da autisti ncc. La squadra controlla le licenze, la correttezza dei turni assegnati ed il rispetto del regolamento sulle tariffe, vigilando su eventuali tentativi di frode: dal 14 marzo scorso, la squadra ha effettuato, solo alla stazione Termini, 240 controlli, elevando 42 sanzioni a taxi ed ncc, per un totale di circa 4.500 euro”.