martedì 26 settembre 2017 13:06:27
omniroma

Tenta di uccidere il fidanzato della figlia
Ai domiciliari ex Banda Magliana Moretti

21 dicembre 2015 Cronaca

È tornata di nuovo ai domiciliari, dopo l’arresto di ieri, Fabiola Moretti, in passato legata sentimentalmente ad alcuni esponenti della banda della Magliana. La decisione è stata presa dal Gip che, convalidato l’arresto ha deciso di concedere i domiciliari alla Moretti. La donna era stata arrestata ieri, a Pomezia, per aver accoltellato il fidanzato della figlia. Insieme alla Moretti, al momento dell’aggressione, era presente anche il figlio ventottenne. Anche il ragazzo, arrestato e sottoposto a convalida è stato mandato ai domiciliari. La Moretti, al momento di commettere il fatto, si trovava già in regime di arresti domiciliari ed aveva lasciato la sua abitazione per recarsi in quella della vittima. Moretti, 59enne, l’altroieri sera avrebbe accoltellato il compagno della figlia, il 23enne Giuliano B. Ad arrestarla i carabinieri della compagnia di Pomezia. I fatti sono avvenuti dopo cena, intorno alle 22, nel complesso popolare di Santa Palomba in via dei Papiri dove vivevano sia gli arrestati che la vittima. Probabilmente alla base del gesto ci sarebbe una mancata accettazione della relazione della figlia con il 23enne. L’altroieri sera appunto, Fabiola si sarebbe recata insieme al figlio 28enne dal genero. Quindi avrebbero dapprima minacciato, anche di morte, l’uomo con una pistola, poi rivelatasi una replica di una semiautomatica. Quindi la reazione dell’uomo, che per tutta risposta è stato colpito più volte con un coltello a serramanico con una lama da dieci centimetri ad addome e gamba sinistra. Soccorso è ricoverato non in pericolo di vita. Anche Moretti e suo figlio nella colluttazione hanno riportato ferite giudicate guaribili in venti giorni. Madre e figlio sono stati arrestati per concorso in tentato omicidio e porto abusivo di oggetti atti ad offendere. Alla sola ex esponente della banda della Magliana è contestato anche il reato di evasione: la donna infatti era sottoposta agli arresti domiciliari. Anche la vittima ha precedenti per droga. I militari hanno recuperato la replica a casa della Moretti, mentre il coltello è stato trovato in ospedale con il compagno della figlia della ex esponente della banda della Magliana.