martedì 26 settembre 2017 23:56:13
omniroma

Zingaretti: “Abbassiamo l’Irpef”
E in Campidoglio tariffa rifiuti -1,6%

7 dicembre 2016 Ambiente, Cronaca, Economia, Politica

“I punti più importanti di questo bilancio sono cinque: il primo è il raggiungimento di un obiettivo storico che ci permette di abbassare le tasse, abbassare l’imposizione Irpef. Grazie a uno sforzo collettivo siamo in grado di dire ai cittadini, dopo l’abolizione del ticket regionale, che diamo un altro segnale forte: comincia a calare anche nel Lazio l’Irpef”. Lo ha annunciato il presidente della regione Lazio, Nicola Zingaretti, durante una conferenza stampa convocata nella sede di via Cristoforo Colombo per presentare la legge di Bilancio 2017.

SUl versante Campidoglio, le commissioni congiunte Ambiente e Bilancio hanno espresso parere favorevole alla delibera propedeutica al Bilancio previsionale 2017-2019 e relativo al piano della Giunta Raggi per la riduzione della Tari ai cittadini romani.
A spiegarne i dettagli nel corso della riunione congiunta i rappresentanti dello staff dell’assessore al Bilancio di Roma Andrea Mazzillo che “Ama ha comunicato al Comune che il costo del servizio per il prossimo anno sarà di 718,220 milioni di euro che con l’aggiunta dell’Iva sale a 792 milioni. Per accordi interni, però, si è proceduto a determinare una diminuzione dei costi, attraverso la previsione di una prima ottimizzazione e una lotta serrata all’evasione che Ama stessa ha stimato in 19 milioni di euro. L’importo complessivo del servizio per il 2017, così, sarà di 771 milioni di euro a carico dei cittadini, cioè circa l’1,6% in meno rispetto al 2016”.
Dal 2017 inoltre è prevista l’internalizzazione della riscossione della tariffa da parte del Comune. “Se Ama ha gestito fino a oggi in prorogatio la riscossione dal primo semestre partirà un percorso che porterà auspicabilmente all’inizio del secondo semestre 2017 a gestirla direttamente da parte del Comune come prevede la legge”, hanno chiarito dallo staff di Mazzillo spiegando poi che in questo modo il Comune potrà “prendere il controllo delle risorse provenienti dalle tariffe e mettere a regime la riscossione, cui si sta lavorando con la partecipata Aequaroma. La partecipata, al momento, gestisce l’inevaso e si sta valutando, la possibilità di utilizzare professionalità interne per gestire questa funzione”.
Il parere favorevole è stato dato stamattina con 4 voti favorevoli 1 voto contrario e un astenuto della commissione Ambiente e con 6 voti favorevoli, 1 astenuto e nessun contrario della commissione Bilancio.