sabato 24 febbraio 2018 22:55:42
omniroma

Stadio Roma, Pallotta da Zingaretti
“Speriamo di aprirlo nel 2019”

13 settembre 2016 Cronaca, Politica, Sport

Il progetto dello stadio dell’As Roma a Tor di Valle e le tappe per la sua realizzazione al centro dell’incontro tra il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e il numero uno della società giallorossa James Pallotta. Insieme a loro, nella sede di via Cristoforo Colombo, anche l’assessore regionale alle Politiche del Territorio, Michele Civita, e il dg della Roma Mauro Baldissoni.

“È stata la prima occasione di incontro con mister Pallotta, su questo grande tema dello stadio che è un’avventura iniziata molti mesi fa invece nei rapporti con il comune di Roma – ha commentato Zingaretti – In questi mesi volutamente siamo stati lontani dalle cronache e dalle polemiche giornalistiche su questo tema, non per un elemento di distrazione ma per serietà e abbiamo sempre detto che quando sarebbe stato il turno della Regione non avremmo mancato di fare il nostro lavoro”.

Zingaretti ha ricordato: “La macchina amministrativa è partita e il primo appuntamento importante è il 20 settembre, giorno in cui la società dovrà presentare le caratteristiche del progetto ai vari interlocutori istituzionali. Si avranno poi due settimane di tempo per sollecitare nuove documentazioni e sottoporre quesiti e il 3 novembre è convocata la prima ufficiale decisoria sessione della conferenza dei Servizi”. Il governatore del Lazio ha inoltre sottolineato “che un passaggio fondamentale è l’approvazione da parte del consiglio comunale della variante urbanistica, cioè qualora si confermasse un orientamento positivo tutto l’iter amministrativo è legato all’approvazione del consiglio il più presto possibile di questo importante atto che ha bisogno del vaglio dell’approvazione dell’Aula. Questo tema è già stato affrontato negli incontri tra Civita e Berdini, sta ora nell’avvio delle procedure dell’amministrazione comunale mettere in campo la procedura amministrativa perché il consiglio comunale si pronunci”. E sul sito “della Regione ci sarà un open data sullo stadio della Roma nel quale tutti i documenti della Conferenza dei servizi saranno messi a disposizione di chi lo vorrà valutare o seguire”.

Un “buon meeting” quello odierno per Pallotta, che ha aggiunto: “Speriamo di aprirlo nel 2019”. “Noi sappiamo che a Roma e al Paese serve un nuovo stadio come questo, un impianto che non ha mai avuto – ha detto ancora – Ci sarà un processo aperto e trasparente, sono al lavoro incredibili professionalità per rispettare una tabella di marcia molto precisa”.

Ieri l’annuncio dell’avvio della procedura per l’esame del progetto dello stadio della Roma, il 3 novembre ci sarà la conferenza dei servizi, in una nota dell’assessore regionale alle Politiche del Territorio, Michele Civita.

“Oggi gli Uffici della Regione Lazio hanno formalizzato l’avvio della procedura per l’esame del progetto definitivo Stadio della Roma trasmesso da Roma Capitale, dandone comunicazione alle amministrazioni competenti – afferma Civita – Nei prossimi 15 giorni, le amministrazioni potranno chiedere integrazioni documentali e chiarimenti. Ai sensi della legge 147/2013, il procedimento avrà la durata di 180 giorni a partire dalla trasmissione definitiva avvenuta in data 6 settembre 2016. Al termine dei lavori, previsto per il 6 marzo 2017, si assumerà una determinazione motivata con una relativa delibera di Giunta regionale, che chiuderà l’intero procedimento”.

“Il prossimo 20 settembre avrà luogo la presentazione del progetto alla presenza di tutte le amministrazioni competenti e per il 3 novembre è stata fissata la prima seduta della Conferenza dei Servizi decisoria – aggiunge – In quella sede si dovrà verificare l’iter della variante urbanistica legata al progetto (per questo motivo la Conferenza è di competenza regionale e non comunale), che dovrà essere adottata dall’Assemblea capitolina e approvata entro il termine dei 180 giorni. Sempre nel termine dei 180 giorni dovranno essere espletate anche le procedure di Valutazione Ambientale Strategica (VAS) e di Valutazione di Impatto Ambientale (VIA)”.