martedì 17 ottobre 2017 06:02:19
omniroma

SPORT, AL VIA MONDIALI PALLAVOLO 2018: FASE FINALE A TORINO, MATCH ANCHE A ROMA

5 ottobre 2017 Cronaca, Politica, Sport

Partiranno nel 2018 le i campionati del mondo maschile di pallavolo organizzati dall’Italia questa volta insieme ad un’altra federazione quella della Bulgaria. Questa edizione è la terza che si svolge in Italia dopo quelle del ’78 e del 2010, due momenti molto importanti della storia della pallavolo italiana. Il comitato organizzatore è presieduto da Carlo Salvatori che ha già svolto lo stesso ruolo per il mondiale maschile del 2010 è quello femminile del 2014 accanto a lui ci saranno altre personalità del mondo dell’Industria della politica e dello sport: Gilberto Benetton, il presidente della Fipav, Pietro Bruno Cattaneo, Gaetano Guerci, Gianni Letta, Carlo Magri, Alessandro Pasquarelli e Marco Staderini. Presenti all’evento anche il ministro dello Sport, Luca Lotti, il presidente della Federazione internazionale della pallavolo, Ary S. Garca F° è quello della Federazione della pallavolo bulgara, Dancho Lazarov, hanno portato i loro saluti istituzionali. In Italia sono sei le città che nelle tre fasi ospiteranno le partite del campionato mondiale: Roma, Firenze, Bari, Bologna, Milano, ma soprattutto Torino che ospiterà l’intera fase finale. Mentre i Bulgaria I match si svolgeranno a Varna, Ruse e Sofia. Questa la formula del torneo:ci saranno 24 squadre saranno verranno suddivise in 4 gironi da 6 squadre l’uno due si giocheranno in Bulgaria e due in Italia e saranno giocati con il round Robin (60 match complessivi) . Al termine della prima fase la quinta e la sesta classificata di ogni girone saranno eliminate. Le prime quattro accederanno alla seconda fase, conservando i punti conquistati in tutti gli incontri disputati. Le sedici squadre rimaste in gara verranno raggruppati in quattro nuovi raggruppamenti stavolta da quattro (e di nuovo due si giocheranno in Bulgaria e due in Italia sempre con il round robin, con 24 match complessivi). Alla conclusione degli incontri verranno stilate delle classifiche, che terranno conto dei punti conquistati nella prima e nella seconda fase. Le quattro vincitrici di ogni girone accederanno alla terza fase, insieme alla migliore seconda dei raggruppamenti bulgari e alla seconda di quelli italiani. Le sei squadre rimaste verranno suddivise in altri due raggruppamenti da tre (a Torino, si sfideranno con il round robin, giocando in tutto sei partite) e le prime due di ognuno accederanno alle semifinali, che come la finale, si svolgeranno sempre a Torino. Chiara Appendino, sindaco del capoluogo piemontese ha detto intervenendo che “La città è orgogliosa di ospitare la parte finale di un evento così importante, la città ha una grande esperienza nell’organizzazione di eventi e vivrà questa esperienza con grande entusiasmo”.