venerdì 22 settembre 2017 22:33:03
omniroma

Dal 2/11 divieti fissi in fascia verde
Stop benzina Euro1, diesel Euro1 e 2

1 novembre 2016 Ambiente, Cronaca

Sarà ‘off limits’ in modo permanente da mercoledì 2 novembre (il primo novembre è festivo e la limitazione non si applica) per quasi 140.000 automobili la Ztl-Fascia Verde, praticamente il territorio all’interno del Gra, ad esclusione di 4 zone specifiche, istituita da una delibera della gestione commissariale del prefetto Francesco Paolo Tronca nel 2015. E’ quanto si legge sulla pagina web dell’Agenzia per la mobilità. 
“A disporlo un’ordinanza firmata dal sindaco di Roma Virginia Raggi, che attua le disposizioni previste dal Pgtu (Piano generale del traffico urbano). Il provvedimento prevede il divieto permanente di accesso e circolazione, con l’esclusione del sabato e della domenica e dei giorni festivi infrasettimanali, per le auto a benzina Euro 1 (oltre 66mila secondo l’Aci) e per quelle diesel Euro 1 ed Euro 2 (oltre 70mila) – si legge sul sito della Mobilità – Categorie di veicoli già bloccate fino al 31 marzo scorso con l’ordinanza numero 34 del 2015 dell’allora commissario straordinario Tronca. Esentate dal divieto le auto con pass invalidi, veicoli delle forze dell’ordine, auto dei corpi diplomatici e della Città del Vaticano, veicoli per trasporto medici, trasporto pubblico, mezzi per trasporto rifiuti e della protezione civile, veicoli per i cortei funebri. Resta naturalmente la deroga per i mezzi a Gpl e a metano. Da ricordare che, sempre dal lunedì al venerdì festivi esclusi, nella Fascia Verde sono già bloccate in modo permanente le auto Euro 0, sia a benzina che diesel. Non solo automobili: un’altra ordinanza della Raggi, sempre del 27 ottobre, proroga il limite alla circolazione all’interno del più piccolo anello ferroviario per i ciclomotori e i motoveicoli Euro 1 a due, tre, quattro ruote, a due e quattro tempi. Una misura, in vigore dal 2 novembre di quest’anno al 31 ottobre 2017 (sempre dal lunedì al venerdì festivi esclusi), che arriva in attuazione agli interventi per la qualità dell’aria ai sensi della delibera della giunta capitolina n. 242 del 2011. Tra le deroghe, quelle per i veicoli con contrassegno disabili, per i mezzi a metano e per quelli a Gpl. Nell’anello ferroviario resta naturalmente lo stop, in vigore da anni e in questo caso sette giorni su sette, per ciclomotori e motoveicoli a due, tre, quattro ruote, a due e quattro tempi Euro 0. Deroga per quelli storici. Lo stesso Pgtu prevede che dal dal primo gennaio del 2017 scatterà il divieto di ingresso nel Centro storico e Trastevere dei veicoli Euro 3.
La Ztl “Fascia Verde”, vietata alle categorie di autoveicoli elencate nell’ordinanza comprende l’area all’interno del Gra a esclusione di quattro zone, indicate nell’allegato del provvedimento e aventi i seguenti perimetri, le cui strade elencate sono ammesse alla circolazione. ZONA A: Grande Raccordo Anulare; via Aurelia (fino a via di Acquafredda); via di Acquafredda; via di Nazareth; via di Boccea; via Mattia Battistini; via del Forte Braschi; via della Pineta Sacchetti; via Montiglio; via Arbib Pascucci; via della Pineta Sacchetti; via Trionfale; via Igea; via della Camilluccia; via Cassia (da piazza dei Giuochi Delfici a via Pareto); via Pareto; via G. Fabbroni; via Flaminia Nuova (da via Fabbroni a via Due Ponti); via dei Due Ponti; fiume Tevere; Grande Raccordo Anulare.
ZONA B: Grande Raccordo Anulare; fiume Tevere; fiume Aniene; via dei Prati Fiscali; viale Jonio; via Ugo Ojetti; via Arturo Graf; via Kant; via E. Galbani; via Palombini; via di Casal dei Pazzi; via Tiburtina (da via Casal dei Pazzi alla metro di Santa Maria del Soccorso, incluso parcheggio di Ponte Mammolo); via del Frantoio; via I. Giordani; via Grotte di Gregna; (da via I. Giordani ad A 24); A 24 (fino a viale Palmiro Togliatti); viale Palmiro Togliatti; ferrovia Roma-Sulmona; Grande Raccordo Anulare. Per il divieto relativo ai ciclomotori e motoveicoli, l’area interessata è quella dell’anello ferroviario.
ZONA C: Grande Raccordo Anulare; ferrovia Roma-Sulmona; viale Palmiro Togliatti; via Tuscolana (da viale Palmiro Togliatti a via Capannelle); via delle Capannelle; via Appia Nuova (da via delle Capannelle al G.R.A.); Grande Raccordo Anulare.
ZONA D: Grande Raccordo Anulare; via Ardeatina; via di Grotta Perfetta; via E. Spalla; via del Tintoretto; via Laurentina; via Cristoforo Colombo (da via Laurentina); viale dell’Agricoltura; viadotto della Magliana; via della Magliana; via del Trullo; via Affogalasino; via del Casaletto (da via Affogalasino a via di Monteverde); via di Monteverde (da via del Casaletto a via V. Tizzani); via V. Tizzani; via L. Arati (da largo Sacro Cuore a via Tizzani); via del Casaletto (da largo Sacro Cuore a piazzetta del Bel Respiro); via Leone XIII; via Gregorio VII; Circonvallazione Aurelia; via Aurelia (fino a via della stazione Aurelia); ferrovia Roma-Pisa; Grande Raccordo Anulare. Per il divieto relativo ai ciclomotori e ai motoveicoli l’area interessata è quella del più piccolo anello ferroviario (la mappa è sul sito comune.roma.it, alle pagine del Dipartimento Tutela Ambientale).
Inoltre, la Giunta Capitolina ha stabilito,all’interno della Ztl Anello Ferroviario, il divieto programmato per il periodo 21 novembre 2016 – 31 marzo 2017 di accesso e di circolazione dal lunedì al venerdì (24h/24h), con esclusione del sabato, della domenica e dei giorni festivi infrasettimanali, per gli autoveicoli alimentati a benzina ‘Euro 2’. Il divieto non riguarderà i residenti all’interno della ZTL Anello Ferroviario. La delibera prevede anche alcuni interventi emergenziali (che prenderanno il posto delle targhe alterne), da adottarsi solo nel caso di superamento dei valori limite di polveri sottili fissati dalla normativa vigente e che verranno applicati in questo caso all’interno della Fascia Verde: dal terzo giorno di superamento potenziale, stabilito il divieto di circolazione (ore 7,30-20,30) per ciclomotori e motoveicoli Euro 0 ed Euro 1 e anche per gli autoveicoli Euro 2 a benzina. Naturalmente questo provvedimento emergenziale e giornaliero si aggiunge allo stop permanente per auto a benzina Euro 0 ed Euro 1 e auto diesel Euro 0, 1 e 2; dal quinto giorno di superamento potenziale, stabilito il divieto di circolazione (in aggiunta a quello 7,30-20,30 per ciclomotori e motoveicoli Euro 0 ed Euro 1 e per gli autoveicoli Euro 2 a benzina) anche per gli autoveicoli ‘diesel Euro 3’, in questo caso nelle fasce orarie 7,30-10,30 e 16,30-20,30. Resta inteso, ancora una volta, lo stop permanente per auto a benzina Euro 0 ed Euro 1 e auto diesel Euro 0, 1 e 2; all’ottavo giorno di superamento potenziale, stabilito il divieto di circolazione (in aggiunta a quello 7,30-20,30 per ciclomotori e motoveicoli Euro 0 ed Euro 1 e per gli autoveicoli Euro 2 a benzina), anche per tutti gli autoveicoli diesel, a eccezione degli Euro 6, nelle fasce orarie 7,30-10,30 e 16,30-20,30. Divieto, che come ribadito prima si aggiunge a quello permanente per auto a benzina Euro 0 ed Euro 1 e auto diesel Euro 0, 1 e 2. Il provvedimento garantisce, infine, l’individuazione di ogni azione volta alla riduzione del risollevamento delle polveri, come il periodico lavaggio delle strade e l’adozione di misure tecnico-gestionali finalizzate al contenimento della diffusione di polveri prodotte da attività di cantiere.
Restano confermate le 4 domeniche ecologiche fissate dalla Giunta tra dicembre e marzo. La prima l’11 dicembre. Poi le domeniche a piedi torneranno il 22 gennaio, il 26 febbraio e il 26 marzo, date che potranno essere suscettibili di modifica in caso di eventi a oggi non prevedibili. Lo stop, che in queste 4 giornate festive riguarderà quasi tutto il traffico privato, con deroghe per i mezzi meno inquinanti che saranno rese note in dettaglio più avanti, scatterà nella Fascia Verde, in due fasce orarie: dalle 7.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 20.30.