venerdì 28 luglio 2017 16:58:49
omniroma

Minniti incontra Comunità ebraica
“E’ un pezzo della democrazia italiana”

7 aprile 2017 Cronaca, Omniparlamento

Visita ufficiale alla Sinagoga Maggiore di Roma per il ministro degli Interni, Marco Minniti, accolto questa mattina dal Rabbino Capo Riccardo Di Segni, dalla Presidente della Comunità Ebraica di Roma Ruth Dureghello e dalla presidente dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane Noemi Di Segni. Un occasione, come spiegano dalla Comunità ebraica per “esprimere gratitudine e riconoscenza per il lavoro delle Forze dell’Ordine che quotidianamente garantiscono sicurezza e vigilanza alle istituzioni ebraiche”. Al termine di un lungo colloquio privato, il ministro è stato accompagnato in una visita alla Sinagoga durante cui ha espresso “grande emozione per essere in questo Tempio straordinario che è un pezzo importante della storia non solo della Comunità ebraica ma di Roma e di tutta Italia. Ho trasmesso il mio senso di gratitudine per essere accolto con amicizia e sensibilità. La Comunità ebraica – ha ricordato – è stata un pezzo di storia e costituisce un pezzo di futuro della democrazia italiana: garantendo la comunità ebraica proteggiamo la democrazia italiana consentendo a ciascuno in sicurezza di seguire i propri convincimenti religiosi e l’Italia moderna non può fare a meno di questo”. Il ministro ha poi ricordato l’importanza del fatto che “i luoghi di culto, i quartieri ed il ghetto” siano “vissuti perché più i luoghi sono vissuti, vivi, più sono sicuri”. Dal canto suo la presidente Dureghello ha “testimoniato al Ministro la nostra gratitudine per l’attenzione che il mondo ebraico riceve dalle istituzioni e dalle forze dell’ordine. Sappiamo che l’impegno per la prevenzione nei nostri confronti e di tutti i cittadini è molto alta”. Per il rabbino Di Segni, “questo è un luogo vitale, affollato quotidianamente di fedeli. È questo è possibile in sicurezza, senza problemi, anche grazie all’investimento in termini di sicurezza fatto dallo Stato e dal Viminale”.