sabato 19 agosto 2017 11:13:45
omniroma

SICUREZZA, PRESENTATA OPERAZIONE MARE SICURO 2016

15 giugno 2016 Cronaca

Da oggi al 18 settembre 3mila uomini e 300 mezzi della Guardia Costiera pattuglieranno gli 8mila chilometri di coste del paese. Sono i numeri dell'operazione Mare Sicuro 2016 presentata oggi presso la base navale della Capitaneria di Porto di Fiumicino dai ministri dei Trasporti, Graziano Delrio, dell'Ambiente Gian Luca Galletti e delle Politiche Agricole Maurizio Martina e dal comandante generale del corpo delle Capitanerie di Porto Vincenzo Melone.
“Dobbiamo garantire massima sicurezza a tutti – ha detto Delrio – turisti, diportisti, tutte le persone usano la risorsa mare come un momento di vacanza e massima legalità con controlli sempre più stringenti sul demanio. Le spiagge devono essere fruibili e accessibili a tutti, non ci devono essere abusi sui beni comuni. E' un'operazione di controllo che già l'anno scorso abbiamo evidenziato con grande forza. Vogliamo che il mare sia una risorsa per tutti”.
‎L'obiettivo della Guardia Costiera e' di garantire rapidi interventi di soccorso e intensificare i controlli sulle imbarcazioni e infrastrutture marittime e prevenire comportamenti potenzialmente pericolosi per le persone, il patrimonio ambientale, l'ecosistema marino e le risorse ittiche.
‎”Chi va al mare in vacanza rispettando l'ambiente ha vita tranquilla – ha sottolineato Galletti – chi non rispetta le regole verrà punito severamente, anche con i nuovi strumenti introdotti quest'anno: la normativa sugli ecoreati, grazie a cui non solo chi inquina paga, ma se inquina tanto va anche in galera; e le norme contenute nel collegato ambientale, tra cui le multe salate per chi lascia mozziconi di sigaretta e altri rifiuti sul litorale”.
“L'intensificazione dei controlli su tutta la filiera ittica – ha spiegato Martina – è una delle caratteristiche più importanti dell'operazione 'Mare sicuro'. Obiettivo di questo governo e' la gestione sostenibile della risorsa ittica, la lotta alle pratiche illegali di pesca e il controllo su tutta la filiera. Nei prossimi mesi lavoreremo per tutelare il reddito dei pescatori, continuando nel percorso di rilancio di tutta la filiera ittica nazionale e puntando in particolare su sostenibilità e innovazione”. (SEGUE)