lunedì 25 settembre 2017 08:19:31
omniroma

Shoah, è morta Giulia Spizzichino
Testimoniando fece estradare Priebke

13 dicembre 2016 Ambiente, Cronaca

È scomparsa nella notte Giulia Spizzichino, la cui testimonianza fu fondamentale per far estradare il criminale nazista Erich Priebke in Italia. Nata e cresciuta a Roma, sfuggì alla deportazione del 16 ottobre ma ad Auschwitz e alle Fosse Ardeatine Giulia perse ben 26 parenti.

“È scomparsa nella notte Giulia Spizzichino, ebrea romana, 90 anni, che perse gran parte della sua famiglia nell’eccidio delle Fosse Ardeatine – si legge in una nota della Comunità ebraica di Roma – Cacciata a undici anni dalla scuola per le leggi razziali, i suoi parenti vennero catturati dai nazisti nella retata del 21 marzo 1944 dopo la delazione di un fascista. Si salvò miracolosamente insieme alla madre perché in quel momento non si trovava insieme al resto della famiglia. Testimone della Shoah italiana, la sua storia è raccontata nel libro «La farfalla impazzita – Dalle Fosse Ardeatine al processo Priebke» curato da Roberto Riccardi per raccontare gli avvenimenti della sua vita. Fu lei che nel 1994 si recò personalmente in Argentina per far estradare il boia nazista Erik Priebke dove, fino ad allora, aveva vissuto senza mai affrontare la giustizia”.
“Una perdita dolorosa per la Comunità Ebraica di Roma – dice la presidente Ruth Dureghello – Giulia ci ha insegnato con il suo coraggio e la sua tenacia che non è mai tardi per pretendere giustizia. Ci lascia un’altra testimone della memoria, a noi spetta il compito di non dimenticare e ricordare alle nuove generazioni il suo esempio positivo”.