giovedì 21 settembre 2017 21:26:26
omniroma

SETTECAMINI,AGNELLO APPENA NATO SOCCORSO DA ENPA: GARA SOLIDARIETÀ PER ADOTTARLO

17 marzo 2016 Cronaca

"Lo hanno trovato nei giorni scorsi a Settecamini (Roma) sul ciglio di una strada periferica, mentre era in corso un forte temporale. Lamberto, così lo hanno chiamato i volontari dell’Enpa di Roma, doveva essere nato da pochi minuti visto che aveva ancora il cordone ombelicale e la placenta addosso. A soccorrerlo sono stati alcuni residenti, i quali, allarmati dai belati ininterrotti dell’animale, hanno sfidato pioggia e grandine per capire cosa stesse accadendo. Lamberto era lì, abbandonato a sé stesso – in zona sono presenti diversi allevamenti di pecore -, con le sue poche ore di vita: quasi sicuramente non sarebbe sopravvissuto se i suoi soccorritori non avessero deciso di offrirgli un riparo nell’androne del loro condominio e di cercare qualcuno in grado di prestagli tutte le cure del caso". Così in una nota Enpa.
"Invece, quel che i soccorritori del povero Lamberto non potevano immaginare, specie in una città come Roma e per di più in un anno giubilare, erano le difficoltà insormontabili frapposte dalle autorità per aiutare un cucciolo appena nato. E così di fronte alle risposte di qualche pubblico ufficiale che si era offerto di portare Lamberto al mattatoio, e di qualcun altro che sosteneva di potersi adoperare solo per il soccorso di specie protette – continua la nota – i volenterosi residenti di Settacamini non hanno potuto fare altro se non chiamare i volontari dell’Enpa di Roma. I quali, come sempre, sono intervenuti con le Guardie Zoofile e, come sempre, sono stati costretti ad esercitare un’azione vicaria nei confronti delle istituzioni locali, che non brillano certo per solerzia quando si tratta di gestire emergenze relative agli animali e all’ambiente.
Tuttavia quel che più conta è che il piccolo Lamberto sia stato affidato alle mani esperte di un veterinario amico dell’Enpa e degli animali, il quale sta dando all’agnellino tutte le cure, tutta l’assistenza e tutto l’affetto di cui ha bisogno. Ma in questa piccola favola di Pasqua c’è anche un altro lieto fine". "Quello – spiega il responsabile dell’Enpa di Roma, Michele Gualano – reso possibile dai numerosissimi cittadini che hanno contattato l’Enpa di Roma offrendo di adottare Lamberto, anche a distanza. Da un lato l’indifferenza delle istituzioni, dall’altro la solidarietà della persone".
"E così, la prossima settimana, invece di ‘finire nel piatto’, l’agnellino Lamberto nato in una tempestosa giornata di Marzo, conoscerà la sua nuova famiglia".