mercoledì 18 ottobre 2017 13:24:42
omniroma

Scuola, blitz degli studenti al Miur
“Studenti, non numeri. Stop Invalsi”

12 maggio 2016 Cronaca

“Nella notte l’Unione degli Studenti ha fatto un blitz al Miur con maschere raffiguranti il codice a barre, simbolo della schedatura che produce l’Invalsi, esponendo uno striscione con scritto ‘Studenti, non numeri! #StopInvalsi’. L’ Uds, dopo aver promosso una fotopetizione molto partecipata, invita al boicottaggio delle prove. Gli studenti scriveranno ‘Studenti non numeri’ sui test, oppure leggeranno dei libri durante la somministrazione della prova. In molte città si organizzeranno cortei, flash mob, lezioni di piazza.
“La ‘Buona scuola’ ha esteso il modello Invalsi introducendo classifiche e selezioni per scuole, docenti e studenti – dichiara Danilo Lampis, Coordinatore Nazionale dell’Unione degli Studenti – Noi crediamo che i test Invalsi siano dannosi e che creino discriminazioni. Valutare non può significare schedare, mettere in classifica, favorire la competizione tra scuole e studenti, indirizzare e svilire la didattica rendendola un semplice bagaglio di nozioni da digerire per affrontare i test. La valutazione è parte integrante del percorso formativo, non è il fine. Per questo proponiamo modelli di valutazione narrativa, ossia una descrizione che motivi il voto per aiutarci a comprendere cosa migliorare nelle singole materie, ed una nuova valutazione di sistema campionaria, indipendente e partecipata”.