domenica 25 febbraio 2018 22:31:13
omniroma

Scorta e pedinamenti, Raggi attacca i giornalisti
Domani in programma incontro con Appendino

12 settembre 2016 Omniparlamento, Politica

“Buongiorno a quei poveri giornalisti che aspettano ore e ore sotto casa mia… Cosa vi hanno ordinato di ‘catturare’ oggi? Un dito nel naso, i capelli fuori posto, mio figlio che magari fa i capricci per dire che sino una madre snaturata? Mi fate un po’ pena a dir la verità: tutta la vostra vita passata ad aspettare che qualcuno ‘inciampi’…Forse siamo già al giornalismo 3.0? Ad ogni modo, se faccio presto, oggi butterò l’immondizia: state pronti! Sia mai sbagli bidone, potete vincere il Pulitzer!”. Così sul suo profilo Facebook privato, circa un’ora fa, il sindaco Virginia Raggi, che posta la foto di due reporter sotto la sua abitazione.
Mezz’ora dopo un nuovo post, questa volta con un video mentre esce da casa: “Per ridere (siamo all’assurdo): Un fotografo: ‘[dopo il post su facebook] c’è gente che ci odia! È contenta sindaco? È contenta?’. Beh… Se pubblicare una foto di voi sotto casa, può portare a tanto, forse non è solo ‘merito’ mio. E immaginate cosa potrebbe accadere se pubblicassi il video del buongiorno quotidiano! La trasparenza è anche questa: che le persone sappiano come fate vivere non tanto me, ma mio figlio (che non ha alcuna responsabilità in questa follia che state creando). P.s. Ho un altro video di giornalisti che scattano foto mentre porto Matteo al centro estivo e mentre esco dal centro estivo… Facciamo che è come se l’avessi pubblicato?”.

E domattina Raggi dovrebbe incontrare il sindaco di Torino e ‘collega’ M5s Chiara Appendino. A confermarlo quest’ultima, arrivata al Mibact per un incontro sul Salone del Libro: “Ci incontreremo per un caffè e vedremo se c’è la possibilità di collaborare. Roma e Torino sono due città importanti per il Paese”. “Roma e Torino sono due città molto diverse, ciascuna con le sue difficoltà – ha aggiunto – Sono città importanti dal punto di vista culturale e anche per questo domani mattina ci vedremo con il sindaco di Roma per capire se si può intraprendere una collaborazione”. A quanto si apprende dal suo staff l’incontro dovrebbe avvenire in Campidoglio.

A chi le chiedeva se potesse dare consigli al sindaco Raggi in merito alla composizione della Giunta capitolina, il primo cittadino torinese ha risposto: “Ciascuno lavora per il bene della sua città. Noi siamo qui per il Salone del libro di Torino. Ognuno fa la giunta come crede: ognuno ha la sua storia e le sue difficoltà. Anche noi a Torino abbiamo le difficoltà che abbiamo e ciascuno lavora per la sua città. A Roma la giunta c’è, la stanno completando e sono certa che ce la faranno”. “Io credo che ciascuno abbia la sua autonomia e che lavori per il bene della sua città. Quello che ci guida sono le scelte per il territorio e quello che sia meglio per il territorio”, ha poi replicato alla domanda se, rispetto al sindaco di Roma Virginia Raggi, si sentisse più libera non avendo firmato l’accordo di autoregolamentazione con il M5S.