martedì 26 settembre 2017 13:04:27
omniroma

SANITÀ, ZINGARETTI: SUPERATO BLOCCO TURN-OVER, 170 MLN A RICERCA NEL TRIENNIO

16 novembre 2016 Politica

“Stiamo superando la fase contraddittoria e folle di essere la Regione che forma il maggior numero di operatori nel campo della sanità ma che allo stesso tempo, da otto o nove anni, non poteva assumerne personale”. È quanto affermato dal presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, intervenuto oggi per un saluto agli studenti e ai docenti, nel corso dell’inaugurazione dell’anno accademico dell’Università Campus Biomedico di Roma. “Nel 2013 -ha proseguito Zingaretti- in tutta la nostra regione solo 60 nuove unità di personale entrarono nel sistema sanitario regionale. Il blocco del turn-over al 10%, per otto anni, ha distrutto per tanti la possibilità di affermazione della propria identità. Ora abbiamo vinto, questa fase si è conclusa. Quest’anno, nel 2016, sono già 670 (e saranno 700) le nuove unità di personale. Il prossimo anno saranno 1700. Grazie allo sforzo che abbiamo fatto, è stato già deciso che lasceremo alle spalle il sistema delle deleghe. Si tornerà a un sistema normale e naturale di assunzione di personale sanitario a seconda delle esigenze. È stata una grande conquista”. Ancora, rivolgendosi ai professionisti e ai giovani presenti l’Auditorium Trapezio del Campus, il presidente della Regione Lazio ha ricordato alcuni degli impegni per il prossimi anni nel campo della sanità: “Questo triennio sarà caratterizzato dall’impegno etico e morale di introdurre più giustizia nel nostro sistema. Abbiamo iniziato con l’abolizione del ticket e più sostegno alla ricerca scientifica. Finalmente, avere i conti in ordine ci consente di essere interlocutori seri con l’Europa e con il Governo. Proprio alcuni giorni fa abbiamo inaugurato il nuovo programma triennale e anche nel nome della trasparenza abbiamo ripresentato i programmi di investimento sulla ricerca per un intero triennio; i primi bandi. Grazie alle risorse europee 2014-2020 abbiamo potuto iniziare a fare, e 170 milioni saranno destinati alla ricerca sul nostro territorio”.