mercoledì 23 agosto 2017 17:33:12
omniroma

Sanità, Zingaretti: Conti in positivo
“Pronto decreto per investimenti”

29 marzo 2017 Politica, Sanità

“Sanità finalmente si cambia. Spesa sotto controllo, più qualità nelle cure, nuovi investimenti”. È il titolo delle slide contenenti i risultati sul Piano di rientro sanitario illustrati dal presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti nel corso di una conferenza stampa presso il Ministero dell’Economia e delle Finanze. Con il piano di rientro inizia, così, il lungo percorso di risanamento. “A marzo 2017 per la prima volta in dieci anni nei conti della sanità della Regione Lazio il margine operativo (cioè la differenza tra ricavi e costi, al netto delle partite finanziarie) ha un segno positivo: +137 milioni calcolati su marzo dell’anno passato”, ha spiegato il presidente Zingaretti. “Per il secondo anno consecutivo il disavanzo è sotto il 5 per cento, a 164 milioni, ma il margine operativo è positivo – ha continuato – Per la prima volta nella storia della Regione, perché probabilmente, se si è creato un tale disavanzo anche prima nel 2005 c’era un problema di sostenibilità del sistema, abbiamo un equilibrio di bilancio che determina un saldo attivo”. Zingaretti ha poi aggiunto: “Per la prima volta il bilancio della sanità al netto degli interessi è attivo. Non era mai successo nella nostra storia e questo permette di fare più assunzioni, saranno oltre 3.000 nel biennio, e di aggredire dei nodi drammatici, prima di tutto le liste d’attesa. La prossima settimana presenteremo un decreto con milioni di euro di investimenti. Sarà una grande novità perché finalmente abbiamo messo le cose a posto e possiamo ricominciare a ricostruire”. Uscita commissariamento a luglio percorso credibile? “Noi abbiamo risolto tutti i dati negativi che portarono il Lazio nel commissariamento. Il disavanzo, i cattivi livelli di assistenza. Sulle voci che determinarono il commissariamento ora il Lazio è in ordine. Quindi apriamo il confronto con il governo per calendarizzare anche questo nuovo step”, ha infine concluso il governatore del Lazio.