martedì 26 settembre 2017 16:38:11
omniroma

Chiusa Porta santa S.Giovanni
Il Papa celebra gli esclusi

13 novembre 2016 Cronaca, focus, Omniparlamento

La giornata di oggi segna la conclusione dell’Anno Santo in tutte le diocesi del mondo con la chiusura delle Porte Sante nelle cattedrali. Domenica prossima Papa Francesco darà il via all’atto finale del Giubileo chiudendo anche la Porta della basilica di San Pietro, in Vaticano. A Roma il rito è stato compiuto nelle chiese di San Giovanni in Laterano, Santa Maria Maggiore e San Paolo fuori le Mura. A San Giovanni, premia della messa, la Porta Santa è stata chiusa dal cardinale Vicario Agostino Vallini.

Papa Francesco ha celebrato la Santa Messa in occasione del Giubileo degli esclusi. Centinaia le persone che hanno assistito alla cerimonia a cui il Papa si è rivolto dicendo: “Per voi sorgerà con raggi benefici il sole di giustizia. Le parole del profeta Malachia, ascoltate nella prima lettura, illuminano la celebrazione di questa giornata giubilare e sono rivolte a coloro che hanno fiducia nel Signore e ripongono in lui la speranza, scegliendolo come sommo bene della vita e rinunciando a vivere solo per sé e nei propri interessi”.
Le persone socialmente escluse “sono i poveri di spirito – ha aggiunto il Papa – il profeta li oppone ai superbi, a coloro che hanno messo nell’autosufficienza e nei beni del mondo la sicurezza della vita”.
“La nostra madre Chiesa guarda in particolare a quella parte di umanità che soffre e piange, perché sa che queste persone gli appartengono per diritto, anche per dovere, evangelico: è nostro compito prenderci cura della nostra vera ricchezza, che sono i poveri – ha aggiunto – Vorrei che oggi fosse la giornata dei poveri, con queste riflessioni: ce lo ricorda bene un’antica tradizione riguardante il Santo martire romano Lorenzo. Egli prima di subire un atroce martirio distribuì i beni della comunità ai poveri, da lui qualificati come veri tesori della Chiesa. Ci consenta il Signore di guardare senza paura a ciò che conta e di dirigere il nostro cuore verso di lui e verso i nostri veri tesori”. Lo ha detto Papa Francesco nel corso dell’omelia svolta in occasione della celebrazione della Santa Messa del Giubileo delle persone socialmente escluse nella Basilica di San Pietro.