venerdì 22 settembre 2017 01:14:27
omniroma

Salone, rissa con spranghe durante censimento
Raggi: Inaccettabile, a Roma torna legalità

23 gennaio 2017 Cronaca, Politica

Rissa al campo nomadi di via di Salone mentre uomini del Corpo di Polizia Locale di Roma Capitale erano impegnati a redigere il censimento degli abitanti. La rissa sarebbe stata parte di una faida interna e si è svolta a colpi di spranghe e bastoni. Sul posto sono quindi intervenuti in ausilio pattuglie del gruppo VI torri e Sicurezza Pubblica Emergenziale, unitamente ai militari dei Carabinieri della compagnia di Tivoli. Militari e caschi bianchi, coordinati dal Vice Comandante del Corpo Lorenzo Botta, sono riusciti ad arrestare cinque dei partecipanti alla rissa, sorpresi mentre erano ancora intenti a picchiarsi. Sono invece in corso le ricerche degli altri partecipanti, datisi alla fuga all’arrivo dei rinforzi. Il soccorso ai nomadi, i quali presentano ferite lacerocontuse alla testa ed al setto nasale, è stato assicurato presso il presidio sanitario di Palestrina. Ancora sconosciute le cause della rissa, che ha visto coinvolte due famiglie molto influenti nel campo e che assurgerebbero al ruolo di ‘clan’. Sulle motivazioni infatti, i nomadi stessi, stanno cercando di mantenere il massimo riserbo. Ancora in corso le operazioni di indagine, condotte congiuntamente dai Carabinieri della Compagnia Tivoli e dal gruppo Spe della Polizia di Roma Capitale, che proprio in queste ore, stanno procedendo a perquisizioni volte al rintraccio degli ulteriori responsabili.  “Inaccettabile maxirissa in campo nomadi durante censimento Comune. A Roma torna legalità, se ne facciano ragione. Cambiamento va avanti”, twitta Virginia Raggi, sindaco di Roma.