domenica 24 settembre 2017 08:53:07
omniroma

Saldi, parte la corsa all’acquisto
Affollati outlet e megastore

5 gennaio 2017 Cronaca, Economia

Saldi al via  anche nella Capitale, dove da questa mattina i negozi hanno alzato le serrande con gli slogan delle offerte speciali.  La tendenza pare essere positiva, così come confermato da alcuni punti vendita. L’affluenza maggiore sembra riguardare, come ogni anno, gli Outlet e naturalmente le grandi catene europee che già adottano una politica di prezzi “per tutti”, come Zara.

Concommercio fa sapere che sono “in aumento la percentuale di italiani che compreranno in occasione dei saldi invernali 2017: il 58,5% contro il 55% dell’anno passato, sempre inferiore comunque a cinque anni fa quando si registrava quasi un 70%. Le preferenze di acquisto vanno, anche se meno dello scorso anno, secondo tradizione, ai capi di abbigliamento (92,1%), calzature (79,2%), accessori (32,1%) e biancheria intima (27,4%). Fino a 200 euro il budget di spesa per il 78,1% dei consumatori. Gli italiani continuano a dare importanza alla qualità dei prodotti come nei periodi pre-crisi: in aumento, la percentuale di chi considera ‘molto o abbastanza importante’ il periodo dei saldi, il 43,9% contro il 42,6% del gennaio 2016.”.

Mentre l’associazione Codici diffonde una sorta di “decalogo” per gli acquisti sicuri: “Buona abitudine per il consumatore è quella di “segnarsi” il prezzo iniziale e confrontarlo con quello finale, verificando se effettivamente è stato applicato uno sconto e in quale percentuale – prosegue la nota – Questo soprattutto nei negozi multimarca che possono applicare una maggiorazione rispetto al brand monomarca, che ha i prezzi imposti dall’azienda. Controllate che il capo non sia fallato, e provate sempre per evitare di effettuare dei cambi successivamente, magari non ritrovando lo stesso articolo e così sarete costretti a dover ripiegare su qualcos’altro, spendendo la stessa cifra o di più. Ricordate che la merce ha una garanzia di due anni dall’acquisto dimostrabile con lo scontrino, quindi va conservato o oramai fotografato. Comunque tenete a mente le tempistiche per far valere le vostre ragioni: entro 60 giorni dall’acquisto va fatto presente il problema o il difetto del prodotto.
Importantissimo: alcuni esercenti provano in modo ovviamente scorretto, ad applicare una maggiorazione a chi paga attraverso carta elettronica invece che in contanti. Questa richiesta non ha senso, perciò ribellatevi se qualcuno dovesse provarci, anche chiamando i vigili se necessario. I saldi riguardano esclusivamente i capi della stagione in corso, in questo caso autunno inverno 2016/2017, perciò qualora vi siano capi di stagioni passate deve essere specificato a chiare lettere. Inoltre ricordate che il prezzo scritto sul capo è quello che dovrete pagare: alcuni tipi di disguidi possono capitare soprattutto quando si passa da una determinata percentuale di sconto ad una più bassa, e quindi nella doppia etichettatura potrebbero esserci indicati due prezzi differenti. Oppure quando gli sconti iniziano per metà al 30% di sconto e per l’altra metà al 50%. Se su un capo è indicato il 50% ma alla cassa vi dicono che è al 30%, purtroppo per loro questo errore di etichettatura comporta che voi dovrete pagarlo al 50%, prezzo indicato sul cartellino. Buon per voi!”.