domenica 24 settembre 2017 08:52:53
omniroma

Ostia, rubano prodotti mensa ospedale Grassi Due arresti e 2 denunce, danno per 80mila euro

19 dicembre 2015 Cronaca, Sanità

Un gruppo criminale composto da quattro persone e’ riuscito per oltre un anno – da settembre 2014 a novembre 2015 – a rubare alimenti e macchinari dalla mensa dell’ospedale Grassi di Ostia con un danno totale di circa 80mila euro. L’organizzazione prevedeva che la merce trafugata di notte dalle celle frigorifere dell’ospedale da due uomini di Ostia B. P. e C. F. di 43 e 53 anni rispettivamente dipendente ed ex dipendente della ditta appaltatrice del servizio mensa Serist srl, venisse poi recapitata in tre bar e un supermercato di Ostia ‎in corso Duca di Genova, via Danilo Stiepovich, via Aristide Carabelli e via dei Promontori, gestiti da due esercenti P.A. di 47 ‎anni e T.L. 50enne.‎ L’ideatore dell’attività era B.P. che di notte, con la complicità di C. F. magazziniere della ditta, entrava all’interno dei locali mensa e, danneggiando la porta della cella frigorifera, trasportava all’esterno un’ingente quantità di derrate alimentari tra cui prosciutti, formaggi, omogeneizzati, biscotti, carne destinate ai pazienti dell’ospedale. Le indagini condotte dalla Polizia di Ostia hanno consentito inoltre di accertare gravi indizi di colpevolezza nei confronti dei due esercenti, denunciati in stato di libertà, che “commissionavano” i furti dei generi alimentari e attendevano la consegna davanti alle proprie attivita’ o nelle loro case. Tutti i passaggi sono stati ripresi dalle telecamere interne al magazzino della mensa e nel corso degli appostamenti degli agenti.
Oltre ai due esercenti denunciati, B.P con precedenti per spaccio di droga e lesioni e’ detenuto in carcere, ‎mentre per il complice C.F. la misura adottata e’ l’obbligo di dimora nel Comune di residenza, con obbligo di non allontanarsi da casa nelle ore notturne. Per tutti l’accusa e’ di ‎furto aggravato e ricettazione in concorso. Tra le aggravanti, la reiterazione del reato e il danneggiamento di una struttura pubblica. Una volta sospeso dal servizio e privato delle chiavi del magazzino il dipendente della ditta ha continuato a rubare scardinando la chiusura delle celle frigorifere: provocando un danno alla Asl di circa 20mila euro. In tutto i furti denunciati sono stati 15, quasi sempre in prossimita’ dello scarico merce del fornitore.
Alle indagini hanno collaborato gli investigatori privati di Axerta chiamati dalla ditta appaltatrice del servizio di mensa. Dalle attivita’‎ condotte nello scorso mese di giugno e testimoniate dalle immagini si evince che i passaggi di consegna del gruppo criminale “avvenivano tranquillamente anche in pieno giorno, senza alcun problema a scambiarsi la merce in mezzo alla strada”.