mercoledì 18 ottobre 2017 04:13:40
omniroma

ROMA-VITERBO, ATAC E FEDERVOLLEY RIFANNO LOOK A STAZIONE DUE PONTI

24 maggio 2016 Cronaca

“La stazione Due Ponti nel segno di Volley e Street Art. Sono state presentate oggi ufficialmente le sei opere di street art, dedicate al mondo della pallavolo, realizzate da Alice Pasquini alla stazione Due Ponti della ferrovia Roma-Viterbo. Il progetto, realizzato dalla Federazione Italiana Pallavolo con la collaborazione di Atac e Regione Lazio, ha consentito di ridisegnare il look delle banchine di una delle stazioni più conosciute della linea Roma-Viterbo, trasformandola in una sorta di 'galleria d'arte ferroviaria' permanente”. Così in una nota Atac.
“La storia del progetto. I lavori sono iniziati il 7 maggio scorso e sono terminati il 17 e sono stati seguiti da numerosissimi appassionati che hanno condiviso la lunga maratona artistica della Pasquini sul web e sui social network. Un'attenzione che è cresciuta nel tempo e che dimostra l'interesse dei cittadini per la diffusione delle nuove arti contemporanee nei luoghi del trasporto pubblico, che contribuiscono anche alla riqualificazione delle linee. L'impegno di Atac per l'arte. Atac ormai da diversi mesi – continua la nota – ha iniziato una collaborazione con diverse realtà artistiche cittadine per promuovere l'arte nelle infrastrutture del trasporto pubblico e al contempo riqualificare e ristabilire il decoro delle stazioni metroferroviarie. A marzo 2014 il giovane artista tedesco Clemens Behr ha realizzato una imponente opera sul palazzo della sede Atac di Garbatella. L´8 maggio 2014 alla stazione metro Spagna sono stati 'svelati' gli affreschi di street art realizzati in due notti da 6 artisti francesi di fama internazionale e conosciuti con i loro tag: C215, Alexone, Epsilonpoint, Popay, Seth, Philippe Baudelocque. I francesi hanno realizzato 14 opere, fra le quali una che raffigura Papa Francesco. A giugno quattro artisti italiani – Lucamaleonte, Andreco, Tellas, Eron – e la guest star argentina Jaz hanno arricchito Spagna con le loro opere, utilizzando vari materiali e bombolette spray, e coprendo parte della rimanente superficie muraria della stazione. A metà luglio, invece, si è svolto a Spagna l´ultimo intervento di Gaia, artista italo-americano di fama internazionale attivo soprattutto a Brooklyn e Baltimora. Sempre sulla scia del connubio tra Atac e street art, a febbraio 2015 quattro stazioni della metro B (Santa Maria del Soccorso, Rebibbia Monti Tiburtini e Ponte Mammolo) sono state “ridisegnate” dagli street artist Zerocalcare, Gomez, Ironmould, Solo, Diamond, Pepsy”.