lunedì 11 dicembre 2017 12:52:37
omniroma

ROMA-FEYENOORD, AGENTI PS: “UN MIGLIAIO TIFOSI OLANDESI, CI LANCIAVANO DI TUTTO”

12 gennaio 2016 Cronaca

Si è aperto senza la presenza degli imputati, espulsi dall'Italia dopo la convalida dell'arresto, il processo a carico dei sei ultras del Feyenoord accusati -a seconda delle posizioni di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale- che lo scorso 19 febbraio devastarono il centro di Roma. Davanti ai giudici della quinta sezione penale del tribunale di Roma, sono comparsi oggi in veste di testimoni alcuni degli agenti della polizia di Stato.
“Erano un migliaio e ci lanciavano contro di tutto. Una pioggia di bottiglie, petardi e fumogeni”, hanno spigato gli esponenti delle forze dell'ordine. Il racconto delle ore che hanno preceduto l'incontro di calcio tra Roma e Feyenoord si focalizza sui disordini scoppiati a piazza di Spagna: “Intorno alle 13 eravamo nella zona di piazza di Spagna – raccontato ancora gli operanti – dove c’erano molti turisti. I commercianti ci hanno però subito segnalato la presenza di tifosi, già ubriachi, che urinavano sulle vetrine e continuavano a bere”. Una situazione che, in breve, finisce per degenerare. “Quando abbiamo deciso di convogliarli verso piazzale delle Canestre, attraverso via di San Sebastianello, dove c’erano bus predisposti al trasferimento dei tifosi allo stadio, hanno cominciato a lanciare bottiglie e petardi. Per noi era difficile avanzare perché a c’erano vetri, urina e birra”, hanno concluso i testimoni.