giovedì 23 novembre 2017 17:41:05
omniroma

Rivoluzione M5S in Campidoglio
Navette per dipendenti e via auto blu

12 luglio 2016 Politica

Navette per dipendenti e consiglieri, commissioni capitoline in un’unica sede e via le auto blu. E’ la “rivoluzione M5S” annunciata oggi dal capogruppo pentastellato in Assemblea capitolina, Paolo Ferrara.

“Stiamo ragionando di far convergere tutte le commissioni nella sede di via del Tritone”.
Così il capogruppo M5s in Assemblea capitolina, Paolo Ferrara, interpellato al suo arrivo in Campidoglio. “L’obiettivo è far correre finalmente questa città e l’unico modo per farlo è mettere l’Assemblea capitolina nelle migliori condizioni di lavorare – ha aggiunto – Così, accorpando le commissioni, i consiglieri potranno essere più produttivi”.

Navette per dipendenti e consiglieri, “tutti insieme appassionatamente, come su uno scuolabus”, per spostarsi dai dipartimenti alla sede di via del Tritone e al Campidoglio. Una proposta, per “risparmiare soldi e tempo”, di cui parla il capogruppo M5S in Assemblea capitolina, Paolo Ferrara. “Stiamo pensando di mettere navette per spostare dipendenti e consiglieri dai dipartimenti verso la sede di via del Tritone che ospiterà le commissioni, e anche verso il Campidoglio, in modo da risparmiare soldi e tempo – spiega Ferrara, interpellato al suo arrivo a Palazzo Senatorio – Saremo tutti insieme appassionatamente, come su uno scuolabus”.

“Noi abbiamo sempre rinunciato alle auto blu, siamo stati i primi in Italia a farlo e oggi gli altri ci inseguono. Non abbiamo fatto annunci in questo senso perché per noi era scontato: rinunceremo alle auto blu. Gli altri hanno bisogno di rimarcare una differenza”. Lo ha detto il capogruppo M5S in Assemblea capitolina, Paolo Ferrara, interpellato al suo arrivo in Campidoglio.
“Il vero annuncio sarà quello di ridimensionare il parco macchine, lavoreremo anche su questo obiettivo – ha aggiunto – Le auto inutili andranno destinate a un servizio utile alla città”. E ha concluso: “Visto che stanno rinunciando tutti, lasceremo solo quelle necessarie al funzionamento degli uffici”.