lunedì 25 settembre 2017 08:19:57
omniroma

Rimozioni auto, protestano i lavoratori
Famiglie abbandonate dal Campidoglio

17 ottobre 2016 Lavoro/Sindacato, Politica

‘Servizio rimozioni: 60 famiglie abbandonate’ e ‘Voi state lavorando, noi stiamo aspettando’: questi alcuni degli striscioni esposti dai lavoratori del Consorzio Clt, che si occupa del servizio di rimozione ordinaria dei veicoli nel territorio del Comune di Roma, e che oggi sono tornati a protestare in via Capitan Bavastro in contemporanea alla riunione della commissione capitolina Mobilità con slogan e fischietti.
“Dopo la protesta del 5 settembre in Campidoglio per chiedere risposte, l’assessore Meleo aveva sostenuto che avrebbe coinvolto le autorità competenti per predisporre la soluzione del problema, ma ad oggi non ancora è stato fatto nulla – spiega Rocco Lamparelli, coordinatore del circolo Pd trasporto merci in piazza con i lavoratori – e nonostante avessimo fatto ennesima richiesta di un incontro a Meleo e Stèfano e chiesto anche di inserire la discussione in commissione mobilità, ad oggi ancora nulla è stato calendarizzato, mentre le associazioni continuano a inviare segnalazioni di servizi rimozione non svolti”.
I lavoratori lamentano la mancanza di lavoro, e il conseguente blocco del servizio ordinario di rimozione, da quasi un anno, ovvero dal 3 novembre scorso.
“Una parte di loro non sono qui in protesta stamattina perchè pensano siano più utili altre forme di dissenso, come bloccare Roma con i carri attrezzi – ha aggiunto Lamparelli – ma auspichiamo in una soluzione dal Campidoglio che possa restituire il lavoro a queste 60 famiglie”.