martedì 26 settembre 2017 16:29:27
omniroma

RIFIUTI, AMA: CON SCUOLE IN TRE SETTIMANE RACCOLTI OLTRE MILLE KG RAEE

13 febbraio 2016 Ambiente

“Più di una tonnellata di Raee conferiti dai bambini e raccolti da Ama in sole tre settimane. Questo il risultato, a Roma, del progetto 'Raee@scuola' al quale hanno partecipato, per la prima volta, 100 classi di 9 istituti comprensivi capitolini.
L’iniziativa, promossa dall’Associazione nazionale comuni italiani (Anci) e dal Centro di coordinamento Raee (Cdc Raee) con il patrocinio del ministero dell’Ambiente, è stata sostenuta dal Municipio IX di Roma Capitale e da Ama”. Così in una nota Ama. “Dal 12 gennaio al 2 febbraio, i bambini e gli insegnanti di 10 scuole elementari e di 9 scuole medie di Roma hanno conferito i propri 'piccoli Raee' (telefonini, stampanti, giochi elettronici e phon) presso i contenitori da 240 litri posizionati in ciascun istituto. Il bilancio finale è di 1.087 chilogrammi di materiali raccolti, che sono stati poi ritirati dal personale Ama e trasportati presso il Centro di Raccolta aziendale di via Laurentina, dove sono stati avviati a corretto recupero. Questi – continua la nota – i 9 istituti comprensivi che hanno partecipato al progetto 'Raee@scuola': 'Marta Russo', 'Via Frignani', 'Largo Dino Buzzati', 'Guglielmo Pallavicini', 'Fiume Giallo', 'Padre Romualdo Formato', 'Via Santi Savarino', 'Antonio Gramsci' e 'Via Laurentina 710'”.
“Siamo molto soddisfatti – dichiara il presidente di Ama, Daniele Fortini – del successo di questa iniziativa, che si è dimostrata utile non solo a intercettare un’elevata quantità di Raee, ma anche a trasmettere ai bambini e alle loro famiglie i valori del rispetto e della tutela dell’ambiente. L’azienda che rappresento considera le scuole presidi educativi fondamentali per la promozione della raccolta differenziata dei rifiuti. Per questa ragione, Ama non solo è direttamente impegnata con un proprio programma di attività negli istituti di ogni ordine e grado della Capitale, ma è anche pronta a supportare iniziative di taglio ludico-educativo proposte da altri soggetti e partner”.
“Il risultato che oggi andiamo a commentare – sostiene Filippo Bernocchi, Delegato Anci Energia e Rifiuti – è la migliore conferma del fatto che per aumentare la qualità e la quantità di rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche dobbiamo sempre più investire in comunicazione ed educazione ambientale. L’accordo di programma tra Anci e Centro di coordinamento Raee va proprio in questa direzione e contiamo di ripetere quest’esperienza anche nei prossimi anni. In altri Paesi, però, i consorzi che si occupano del riciclo sono tenuti a farlo per legge. In vista delle riforme che verranno a valle dalla direttiva dei rifiuti, è bene che il legislatore si ponga questo obiettivo come prioritario per renderlo realizzabile anche nelle aree in cui c’è minore sensibilità”.