martedì 24 ottobre 2017 11:15:10
omniroma

Intesa Renzi-Zingaretti per il Lazio
Sbloccati dal Governo 1,4mld

20 maggio 2016 Omniparlamento, Politica

L’intesa sottoscritta oggi tra il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, e il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, rappresenta un “importante lavoro di squadra”, come definito dallo stesso Zingaretti, che in nove mesi ha consentito di sbloccare un miliardo e 407 milioni di euro per opere strategiche, infrastrutture viarie e ferroviarie, risanamento idrico-ambientale e difesa del suolo, edilizia sanitaria e altri interventi nevralgici per migliorare la competitività e la sostenibilità del Lazio. Il totale dei nuovi investimenti per le opere pubbliche del Lazio è però di 2 miliardi e 230 milioni di euro: 1 miliardo e 407 mln di euro frutto dell’Intesa Governo-Regione e 823 mln di interventi già programmati con altri fondi.
I nuovi investimenti per le opere pubbliche del Lazio derivano da quattro fonti principali di finanziamento: Fondo di Sviluppo e coesione, finanziamenti edilizia sanitaria ex art. 20, finanziamenti ministero Infrastrutture più risorse stanziate da RFI, fondi regionali.
Per quanto riguarda le opere strategiche, i fondi saranno così suddivisi: 180 mln per la Ferrovia Roma-Lido con interventi per la modernizzazione della linea; 154 mln per le Ferrovia Roma-Viterbo con interventi per il rifacimento della ferrovia ex concessa; 39 mln per il Nodo ferroviario Pigneto; 485,5 mln per il completamento della Superstrada Orte-Civitavecchia con interventi per il completamento di un’arteria fondamentale per la mobilità delle persone e delle merci dall’Autostrada del Sole, principale arteria di collegamento viario Nord-Sud del Paese, verso il porto di Civitavecchia. Una vera e propria trasversale che consente di evitare ai mezzi su gomma di raggiungere l’A1 da Civitavecchia, e viceversa, passando per il nodo autostradale della Capitale ed in particolare sul GRA; 112 milioni per il proseguimento dei lavori della linea C della Metropolitana di Roma.
Ci sono poi 23 milioni di euro per 96 interventi sulla rete viaria del Lazio gestita da Astral S.p.A. Tra i principali interventi:
Provincia di Roma: SR 207 Nettunense – SR 6 Casilina – SR 5 Tiburtina; Provincia di Frosinone: SSV Sora-Cassino – SS 214 Maria e Isola Casamari; Provincia di Latina: SR 148 Pontina – SR 630 Formia-Cassino; Provincia di Rieti: SR 471 Leonessa – SR 578 Salto Cicolana; Provincia di Viterbo: 12 cantieri nei Comuni. Per quanto riguarda le reti territoriali e gli ospedali, l’obiettivo è quello di renderli più moderni ed efficienti con 251 milioni per 87 cantieri. Tra gli interventi più significativi: Ristrutturazione di tutti i reparti maternità del Lazio; Rifacimento intera rete consultori; Lavori al Policlinico Umberto I; Nuovo Ospedale dei Castelli.
Nel campo della cura delle acque e dell’ambiente sono previsti: 16 mln per i Dearsenificatori per i Comuni della Provincia di Viterbo; 16,5 mln per la bonifica della Valle del Sacco; 9,6 mln per la depurazione delle acque Fiumaretta e Civita Castellana; 1,4 mln per il risanamento idrico-ambientale nel Comune di Ardea; 22,8 mln per l’autonomia idrica a Ponza e Ventotene.
Sono previsti anche altri interventi per circa 100 milioni di euro e il potenziamento della rete ferroviaria regionale con fondi stanziati da Rfi: 367 milioni di euro per le tecnologie più rifacimento 81 stazioni più interventi sulla rete ed in particolare sulla linea Ciampino-Albano-Frascati-Velletri, raddoppio della linea Campoleone-Aprilia, completamento del raddoppio della linea Lunghezza-Guidonia, progetto di chiusura dell’anello ferroviario di Roma, progetto del raddoppio della linea da Cesano a Bracciano (Vigna di Valle). Tra i cantieri già programmati con altri fondi verranno investiti 823 milioni di euro (derivanti da Fondo Sviluppo e Coesione, POR-FESR, PSR-FEASR, fondi regionali), così suddivisi: 21 mln per le Case della Salute; 196 mln per la lotta al rischio idrogeologico; 190 mln per la Banda ultralarga; 59 mln per l’efficientamento energetico degli edifici pubblici; 151 mln per la mobilità sostenibile dell’area metropolitana di Roma; 156 mln per le opere di valorizzazione del patrimonio culturale; 50 mln per le aree produttive ecologicamente attrezzate.