giovedì 21 settembre 2017 23:21:01
omniroma

Referendum, Roma specchio d’Italia
La mappa del voto nella Capitale

5 dicembre 2016 Politica

La città di Roma specchio del voto nazionale. È quanto emerge dall’analisi dei dati del Viminale relativi all’affluenza e ai voti espressi per il Sì e per il No al referendum sulla riforma costituzionale che si è tenuto ieri. Tra le 4 grandi città italiane (Roma, Milano, Napoli, Torino), la capitale è quella dove la fotografia del voto rispecchia più fedelmente la volontà espressa dagli elettori italiani.
A livello nazionale, escluso l’estero, ha votato il 68,48% degli aventi diritto, per una percentuale di No pari al 59,95% e di Sì pari al 40,05%. Numeri quasi sovrapponibili a quelli di Roma, dove ha votato il 69,83% degli elettori, divisi fra il 59,42% dei No e il 40,58% dei sì.
Diversa la situazione nelle altre metropoli. A Torino i votanti sono stati il 71,48%, suddivisi tra 53,58% dei No e 46,42% dei Sì. A Napoli l’affluenza è stata del 53,86%, per il 68,28% di No e il 31,72% di Sì. A Milano, dove i votanti sono stati il 71,72% degli aventi diritto, hanno vinto i Sì con il 51,13% mentre i No hanno raccolto il 48,87%.

Sono stati 1.461.375 su un totale di 2.092.633 aventi diritto, secondo il sito elettorale del Campidoglio, i cittadini romani che ieri hanno votato al referendum costituzionale. La percentuale di affluenza, secondo i dati definitivi del Viminale, alla fine del voto è risultata del 69,83%, un punto percentuale superiore a quella nazionale (68,48%).
Sempre nella capitale, gli uomini hanno votato più delle donne: su 974.896 elettori maschi aventi diritto, infatti, hanno votato in 695.910, pari al 71,38%. Tra le femmine hanno votato 1.461.375 elettrici su 2.092.633 aventi diritto, per una percentuale pari al 68,48%.

Secondo i dati definitivi del Viminale, a Roma al referendum costituzionale i NO sono stati il 59,42% e i Sì il 40,58%. In termini numerici, hanno bocciato la riforma 862.473 cittadini romani, mentre sono stati 589.049 quelli che hanno approvato la riforma. 1.451.522, secondo il sito elettorale del Campidoglio, i voti validi (99,33% del totale). Le schede bianche sono state 1.984 (0,14% del totale), le nulle 7.789 (0,53% del totale). Contestati e non assegnati, infine, solo 26 voti.

Di seguito, secondo i dati riportati dal sito elettorale del Campidoglio, le percentuali relative all’affluenza al referendum costituzionale nei 15 municipi della Capitale:

Municipio I (già I e XVII) 71,31; Municipio II (già II e III) 74,42; Municipio III (già IV) 70,55; Municipio IV (già V) 70,08; Municipio V (già VI e VII) 67,85; Municipio VI (già VIII) 63,95; Municipio VII (già IX e X) 71,08; Municipio VIII (già XI) 73,27; Municipio IX (già XII) 73,12; Municipio X (già XIII) 67,56;
Municipio XI (già XV) 68,37; Municipio XII (già XVI) 71,67; Municipio XIII (già XVIII) 69,46; Municipio XIV (già XIX) 68,78; Municipio XV (già XX) 69,20.

Di seguito, secondo i dati definitivi riportati sul sito elettorale del Campidoglio, le percentuali e i numeri totali dei voti per il No e il Sì al referendum costituzionale espressi dai romani nel 15 municipi di Roma capitale:

MUNICIPIO I
SI 50.54%; 43.084 voti.
NO 49.46%; 42.156 voti.

MUNICIPIO II
SI 52.42%; 47.783 voti.
NO 47.58%; 43.364 voti.

MUNICIPIO III
SI 41.69%; 46.090 voti.
NO 58.31%; 64.469 voti.

MUNICIPIO IV
SI 37.88%; 35.935 voti.
NO 62.12%; 58.937 voti.

MUNICIPIO V
SI 35.07%; 41.759 voti.
NO 64.93%; 77.303 voti.

MUNICIPIO VI
SI 29.16%; 32.044 voti.
NO 70.84% 77.848 voti.

MUNICIPIO VII
SI 40.17%; 66.824 voti.
NO 59.83%; 99.541 voti.

MUNICIPIO VIII
SI 50.54%; 43.084 voti.
NO 49.46%; 42.156 voti.

MUNICIPIO IX
SI 41.83%; 41.522 voti.
NO 58.17%; 57.747 voti.

MUNICIPIO X
SI 35.35%; 40.028 voti.
NO 64.65%; 73.202 voti.

MUNICIPIO XI
SI 38.28%; 29.575 voti.
NO 61.72%; 47.692 voti.

MUNICIPIO XII
SI 45.21%; 34.199 voti.
NO 54.79%; 41.442 voti.

MUNICIPIO XIII
SI 40.29%; 26.846 voti.
NO 59.71%; 39.780 voti.

MUNICIPIO XIV
SI 39.48%; 37.854 voti.
NO 60.52%; 58.035 voti.

MUNICIPIO XV
SI 45.30%; 33.485 voti.
NO 54.70%; 40.431 voti.