martedì 26 settembre 2017 02:00:09
omniroma

PORTUENSE, PER 100 EURO AGGREDISCONO UOMO CON SPRANGA E MARTELLO: 2 FERMI

4 gennaio 2017 Cronaca

“Scendi, così mi spieghi cosa è successo questa mattina”. E’ iniziata con queste parole una brutale aggressione ai danni di un uomo di 36 anni, per la quale dovranno rispondere 2 cittadini albanesi individuati dalla Polizia di Stato.
La vittima “adescata” da quello che da tempo era il suo pusher di “fiducia”, è stata violentemente colpita all’addome con una spranga di ferro ed una mazza da carpentiere, oltre che ripetutamente presa a pugni. Partendo dal referto del pronto soccorso dell’ospedale San Camillo, sono iniziate le indagini degli investigatori del commissariato Monteverde, diretto dalla dr.ssa Maria Chiaramonte.
Dalle prime verifiche, il motivo scatenante della discussione, poi sfociata in un pestaggio, sono state 100 euro. Ricostruendo la vicenda – accaduta qualche giorno prima di Natale – i poliziotti hanno accertato che la vittima, dopo aver scoperto il furto di due banconote da 50 euro da parte di uno degli albanesi, ha chiesto chiarimenti; all’appuntamento fissato sotto casa però si sono presentati in 3, i quali all’improvviso lo hanno furiosamente aggredito e lasciato esanime in terra.
Descrizioni e dettagli dei malviventi sono stati forniti dalla vittima agli investigatori, che ha poi riconosciuto gli aggressori dalle fotografie mostrategli; si tratta infatti di due persone già note alle forze di Polizia. Dalle attività investigative svolte, compresi appostamenti nelle zone indicate dalla vittima come luoghi d’incontro per acquistare la cocaina, due dei 3 aggressori sono stati rintracciati e fermati in via Oderisi da Gubbio.
J.E. e N.A., entrambi albanesi di 22 e 30 anni, sono stati accompagnati negli uffici del commissariato per ulteriori accertamenti; nella loro auto è stato peraltro trovato e sequestrato un bastone verosimilmente utilizzato per l’aggressione. Per i due è scattato il fermo di indiziato di delitto per il reato di tentato omicidio, mentre sono ancora in corso le ricerche volte all’individuazione del terzo uomo.