giovedì 19 ottobre 2017 20:07:56
omniroma

“Papà sta ammazzando mamma”
Bimbo chiama 112 e lo fa arrestare

30 aprile 2016 Cronaca

Chiama i carabinieri e fa arrestare il padre violento. Ieri sera, un bambino di soli 6 anni ha chiamato il 112 Nue chiedendo aiuto poiché il padre stava picchiando la madre. “Papà sta ammazzando mamma, venite!” ha riferito il piccolo. I Carabinieri della Stazione Roma Porta Portese sono intervenuti che sono riusciti in questo modo a mettere in salvo la donna e il bambino.
Il tutto è avvenuto in un appartamento di via Oderisi da Gubbio. Autore della violenza un cittadino egiziano di 40 anni, incensurato, che lavora come pizzaiolo. La vittima, una donna di 32enne, anche lei di origini egiziane ma nata a Roma. Il marito, che l’accusava di aver prelevato al bancomat dei soldi in più rispetto a quanto concordato con lui l’avrebbe afferrata per il collo tentando di strozzarla, colpendola anche con calci e pugni. Il bimbo ha dato l’allarme, ma il padre lo ha scoperto e prima che arrivassero i Carabinieri ha picchiato anche lui.
La donna ha poi confessato ai militari di subire da più di un anno violenze da parte del marito senza averlo mai denunciato per timore di ritorsioni. La donna e il bimbo minorenne sono stati soccorsi trasportati presso l’ospedale “Fatebenefratelli” e medicati per contusioni ed ecchimosi vari. Il 40enne violento è stato arrestato dai Carabinieri ed associato presso il carcere di Regina Coeli, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Dovrà rispondere di maltrattamenti in famiglia.

A Ostia invece, ancora ieri sera, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobilehanno arrestato un 49enne, cittadino cinese con precedenti penali, per minaccia aggravata, lesioni personali e resistenza a pubblico ufficiale.
Su richiesta pervenuta al 112, i Carabinieri sono intervenuti presso l’abitazione dell’uomo che poco prima aveva aggredito violentemente la moglie, colpendola con un pugno al volto, causandole un vistoso ematoma sullo zigomo, per poi aggredire il figlio, con un morso, quando quest’ultimo è intervenuto in difesa della madre. Ai militari intervenuti, il nipote della coppia ha riferito che l’uomo, ancora in stato di agitazione e armato di una mannaia, si era barricato in casa con la loro figlia di 5 anni.
Una volta entrati nell’appartamento, i Carabinieri hanno trovato l’uomo con la bambina in braccio che brandiva ancora l’arma. Con molta professionalità, i militari sono riusciti a bloccarlo nonostante la resistenza opposta, evitando conseguenze peggiori e mettendo in salvo la piccola. L’uomo è stato poi arrestato e questa mattina processato con il rito direttissimo, al termine del quale il giudice ha emesso nei suoi confronti la misura del Divieto di Dimora nel Comune di Roma.