domenica 20 agosto 2017 02:22:56
omniroma

Papa incontra 400 bambini del sisma
Palloncini bianchi in memoria vittime

3 giugno 2017 Cronaca

Viaggio in Vaticano e incontro con il Pontefice per 400 bambini delle zone terremotate di Norcia, Cascia, Accumoli, Amatrice, Arquata del Tronto e Acquasanta che stanno partecipando all’iniziativa “Treno dei Bambini” promossa dal “Cortile dei Gentili” in collaborazione con Ferrovie dello Stato Italiane volta a regalare un sorriso ai bambini meno fortunati.  Per la prima volta un Frecciarossa 1000 è così arrivato alla stazione della Santa Sede accompagnando i piccoli che sono partiti dalla stazione Termini, dove alcuni sono giunti in bus, altri in treno da Terni. Ad accogliergli a Roma sono stati i bambini dell’Associazione di “Sport Senza Frontiere” e l’Orchestra Maré do Amanhã, i cui musicisti provengono da una favela di Rio de Janeiro. All’evento, in corso nella sala Nervi, stanno partecipando anche l’Amministratore Delegato di Trenitalia, Barbara Morgante, il Presidente di Trenitalia Tiziano Onesti, il cardinale Giuseppe Bertello presidente del governatorato della città del Vaticano e monsignor Gianfranco Ravasi presidente del pontificio consiglio per la Cultura. I piccoli viaggiatori hanno lanciato in aria i palloncini bianchi all’arrivo di Papa Francesco davanti all’ingresso della sala Nervi in ricordo delle vittime del sisma. Davanti al Santo Padre i bambini si faranno ora ambasciatori di un importante messaggio: non potremo mai impedire le catastrofi, ma molto possiamo fare per rispondere al pericolo in maniera efficace. Impariamo a prenderci cura del nostro ambiente, ascoltiamo il “grido della Terra” e cerchiamo di assicurare una risposta adeguata per renderla migliore.I piccoli hanno portato in dono al Papa disegni e pensieri, frutto della pedagogia dedicata alla calamità e portata avanti in questi mesi nelle loro scuole, e il piccolo volume edito da L’Io e il mondo di TJ “Noi su questa terra che balla… a proposito di terremoti”, che si propone di affrontare il tema del sisma con un linguaggio adeguato ai bambini.