martedì 12 dicembre 2017 22:43:38
omniroma

Raggi: riqualifichiamo lungomare
“Impegno economico di 250mila euro”

27 ottobre 2017 Politica

Partiranno tra qualche mese i lavori per la riqualificazione del primo tratto del lungomare Duca degli Abruzzi ad Ostia e dureranno circa sei mesi.

A confermarlo la sindaca di Roma, Virginia Raggi, in occasione della presentazione del progetto esecutivo stamattina presso il Porto Turistico di Ostia. Il progetto esecutivo di riqualificazione, che “verrà realizzato con un impegno economico di Roma Capitale di 250mila euro” ha spiegato la sindaca Raggi, partirà da Ostia Ponente e i primi interventi interesseranno 1000 metri del lungomare che va dal Porto turistico fino a piazza Scipione l’Africano. Le operazioni di riqualificazione interesseranno le aiuole, lungo la via che corre parallela alla pista ciclibile, la vegetazione e i pali su cui “saranno ripristinate le vele, elemento di decoro, caratteristico del territorio”, ha sottolineato Raggi. Ma non soltanto perchè “riqualificheremo le panchine – ha aggiunto Raggi – e rifaremo la pavimentazione, rispettando le caratteristiche del territorio”. Un progetto che ha l’obiettivo di “ricostituire un tratto del Municipio X che è congiunzione tra il mare e la città”, ha spiegato la sindaca. Nel dettaglio le operazioni che dureranno circa sei mesi comprenderanno i seguenti interventi: – Bonifica degli arbusti presenti sulla lunga aiuola ad onda, adeguata potatura ed integrazione con piante resistenti alla siccità perchè “siamo di fronte alla sfida dei cambiamenti climatici che saranno sempre più significativi per le città – ha spiegato l’assessore all’Ambiente Pinuccia Montanari – quindi abbiamo individuato interventi che rendano più semplice la manutenzione”. Verrà implementata la pavimentazione, verranno risistemate le sedute in travertino con riassesto delle lastre e pulitura a getto idrico; – verrà rimossa la terra dall’aiuola parallela alla pista ciclabile e sostituita con una finitura stabile a ciottoli; – verranno mantenute identiche le 28 aiuolette presenti che fronteggiano il mare, composte di acciottolato agli estremi e terreno all’interno. Si sostituità la parte centrale in terra con l’acciottolato uguale alla tipologia già esistente, così da garantire una manutenzione più duratura nel tempo;
– verranno posizionate le vele sui gruppi di pali in acciaio presenti sul lungomare. Al di sotto di queste vele, ogni due o tre installazioni, verranno collocate delle panchine a forma di cubo o parallelepipedo in travertino. Sono previsti anche cestoni gettarifiuti in alluminio resistenti al vento e al ribaltamento;
– verranno piantante nuove specie arbustive come lavanda, rosmarino e mirto.
“Ostia è una periferia di Roma, importante perchè affaccia sul mare. Ogni periferia ha un’identità che deve essere caratterizzata e valorizzata”, ha concluso Raggi per poi spiegare a margine, rispetto ai tempi di lavorazione che “andremo a breve in gara e quindi tra qualche mese si potranno iniziare a vedere già i lavori”.
Una seconda fase dell’operazione di restyling, successiva, invece, riguarderà la riqualificazione dei giardini storici del 1930 del Lungomare Duilio e dei giardini sul Lungomare Lutazio Catulo ed aree limitrofe. Verrà effettuata anche la riattivazione dei pozzi che un tempo alimentavano l’irrigazione, non più funzionanti da tempo, e abbellita con un nuovo arredo la rotonda di arrivo dalla Cristoforo Colombo.
A termine della conferenza stampa l’assessora, accompagnata dal presidente della commissione Ambiente Daniele Diaco e dal capogruppo capitolino del M5s, Paolo Ferrara, ha svolto un sopralluogo presso l’area in cui verranno svolti gli interventi. “Il X è un municipio che ha subito una malagestione e oggi vogliamo dare un segnale di ripresa e rinascita – ha detto Diaco – Finora è mancata una visione della città. Con questo progetto vogliamo dare il via al decoro nel municipio, un decoro che passa per la difesa della flora e della biodiversità del territorio”.