domenica 24 settembre 2017 10:28:57
omniroma

OSTIA, LASCIA FIGLIO DI 3 ANNI IN AUTO PER ANDARE A GIOCARE ALLE SLOT: ARRESTATO

8 gennaio 2017 Cronaca

Nonostante la morsa glaciale che avvolge tutto il centro Italia negli ultimi giorni, incluso Roma ed il suo litorale, dove tra ieri e questa notte si sono registrate inusitate temperature sotto lo zero, è incredibile a dirsi ma un padre ha abbandonato il proprio figlioletto di 3 anni all’interno della propria auto, parcheggiata sulla pubblica via, per recarsi a giocare alle slot machines. I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Roma Ostia, su segnalazione di un cittadino che si era accorto del bimbo chiuso in auto, alle 3:30 circa sono intervenuti in Via Costanzo Casana di Ostia, dove hanno individuato l’auto che, tra l’altro, aveva il lunotto posteriore spaccato e riparato alla buona con un telo in plastica, circostanza questa che rappresentava una ulteriore fonte di pericolo di congelamento per il suo piccolo occupante. Nella considerazione che la temperatura nella notte era scesa -4 e vista la situazione di pericolo, i militari hanno deciso di procedere senza alcun indugio a soccorrere il bambino e per evitare di spaventarlo ulteriormente, con richiami ed indicazioni, sono riusciti a fargli togliere la sicura dell’auto, riuscendo così ad entrare nel veicolo. Il bimbo, vestito di una leggera tutina di cotone e con le pantofoline ai piedi, è stato subito avvolto nella giacca a vento di un militare. Successivamente è stato portato all’interno dell’auto di servizio riscaldata in attesa dell’arrivo dell’ambulanza. Dopo essere risaliti all’intestatario della vettura, una Ford Fusion, i militari si sono portati presso una vicina sala slot, alla ricerca del padre. A tale primo avviso nessuno degli astanti, molti dei quali assorti a giocare all’interno della sala, si è fatto avanti.
Dopo di che, seguitando ulteriori ricerche senza alcun riscontro nelle vie limitrofe, i Carabinieri sono ritornati nella sala slot ed hanno quindi iniziato a interpellare uno ad uno i giocatori: solo a questo punto uno di loro si è fatto avanti, dichiarandosi padre del bimbo abbandonato. Nel frattempo il bimbo è stato visitato dai medici del 118 che, fortunatamente, lo hanno riscontrato in buone condizioni. Al termine degli accertamenti di rito il bambino è stato affidato alla madre, che ha dichiarato ai Carabinieri di non aver avuto più notizie del marito dalle 20.00 di ieri, ora in cui l’uomo era uscito di casa con il minore, senza però farne più rientro. L’uomo, un 33enne con precedenti di polizia per stupefacenti e reati contro il patrimonio, è stato arrestato per il reato di abbandono di minore e ristretto presso le camere di sicurezza dell’Arma. Il magistrato, avvisato dell’accaduto, ne ha disposto la citazione diretta a giudizio.