martedì 21 novembre 2017 03:49:11
omniroma

All’Opera “La Cenerentola” di Emma Dante
con l’allestimento di Gioacchino Rossini

18 gennaio 2016 Cultura

Un “nuovo” debutto, a 200 anni da quello della creazione “romana” di Gioacchino Rossini. È quello di Emma Dante al Teatro dell’Opera di Roma, con l’allestimento de “La Cenerentola” del compositore pesarese, che nel 1817 esordì proprio nella Capitale, al Valle. Un’opera, nelle parole della regista, “molto favolistica, una favola che nasconde però qualcosa di disturbante”. Venerdì 22 alle 20 la prima rappresentazione, trasmessa, grazie alla collaborazione con Rai Com, in diretta in 64 cinema in Italia e in molte sale cinematografiche europee e in date differenti, nel corso dell’anno, in Australia, Corea, Giappone e Stati Uniti. Lo spettacolo andrà poi in scena il 23, 24, 26, 27, 28, 29 gennaio e il 12 e 19 febbraio. A dirigere l’orchestra del Teatro dell’Opera il maestro Alejo Pérez, presente nella conferenza stampa di presentazione insieme al sovrintendente Carlo Fuortes, al direttore artistico Alessio Vlad e a Dante. Mentre il coro sarà diretto dal maestro Roberto Gabbiani. “Siamo felicissimi di avere Emma Dante qui con noi – ha dichiarato il sovrintendente Carlo Fuortes – È una delle registe, delle voci più interessanti, non solo del panorama italiano ma internazionale.
Ha un modo di fare regia, anche nella prosa, straordinariamente musicale, qualcosa che è molto in linea con l’opera, e in particolare quella rossiniana”. Oltre a “La Cenerentola”, nell’ambito del progetto “Rossini a Roma 200 anni”, sul palcoscenico del Costanzi arriverà, nel bicentenario dell’opera, “Il barbiere di Siviglia”, dall’11 al 21 febbraio 2016, con regia di Davide Livermore, per poi approdare a Caracalla dal 16 luglio al 10 agosto 2016, con regia di Lorenzo Mariani. Nelle piazze della Capitale, inoltre, spazio a “Figaro! Opera Camion”, in coproduzione con il Teatro Massimo di Palermo. Giovedì 21 alle 20, inoltre, la prova generale della “Cenerentola” sarà dedicata ai giovani al di sotto dei 26 anni, che potranno assistere all’opera in anteprima al costo di 15 euro, primo di una serie di appuntamenti della stagione 2015-16.