sabato 23 settembre 2017 15:01:34
omniroma

OMICIDIO PONTE DI NONA, CHIESTA CONDANNA PER VINCENZO FIDALE

20 ottobre 2016 Cronaca

Dodici anni di reclusione con rito abbreviato. E’ la richiesta di condanna avanzata dal pubblico ministero Silvia Sereni per Vincenzo Fidale, il trentenne accusato dell’omicidio di Fabrizio Ventre. La vicenda risale all’ottobre dello scorso anno, quando in via Follerau, a Ponte di Nona, Ventre rimase ucciso -insieme a Mirko Scarozza, colpito dallo stesso Ventre- nel corso di una sparatoria. A decidere sulla richiesta di condanna della procura, che contesta all’imputato il reato di omicidio volontario, sarà il gup Pierluigi Balestrieri. Il difensore di Fidale, l’avvocato Cesare Placanica, ha sollecitato al giudice l’assoluzione del suo assistito. Secondo la difesa, l’imputato avrebbe agito per legittima difesa, o comunque perché temeva per la propria vita. Fidale, in questo caso, avrebbe sparato vedendo l’amico Scarozza cadere sotto i colpi esplosi da Ventre.