lunedì 11 dicembre 2017 12:53:01
omniroma

OMICIDIO FANELLA, RIDOTTE IN APPELLO CONDANNE A GIULIANI, LAROSA E CENITI

14 giugno 2016 Cronaca

Sconto di pena, in secondo grado di giudizio, per Egidio Giuliani, Giuseppe Larosa e Giovanni Battista Ceniti, accusati di tentato sequestro di persona e omicidio in merito all'uccisione di Silvio Fanella, il borker legato all'imprenditore Gennaro Mokbel. In particolare la Corte d'Assise d'Appello di Roma ha condannato a 16 anni di reclusione Giuliani e Larosa (quattro anni in meno rispetto al primo grado) e a 10 anni Ceniti (10 anni in meno rispetto al primo grado). La Corte ha riconosciuto a Ceniti le attenuanti generiche. Secondo l'accusa, i quattro imputati, nel luglio del 2014, si sarebbero presentati a casa della vittima, in Zona Camilluccia, vestiti da finanzieri e muniti di tutto il necessario per effettuare un sequestro. Il gruppo avrebbe avuto intenzione di costringere la vittima a rivelare il luogo in cui avrebbe tenuto nascosti diamanti e denaro di provenienza illecita. Il tentativo di resistenza offerto da Fanella, terminò però con la sua uccisione con un colpo di pistola. La procura generale aveva chiesto che venissero confermate le condanne di primo grado per Giuliani e per Larosa, chiedendo invece una diminuzione della pena per Ceniti.