martedì 21 novembre 2017 03:50:42
omniroma

Olimpico, contro violenze prefiltraggio Questore: “Situazione curve inaccettabile”

28 luglio 2015 Senza categoria

“Per noi la situazione delle curve” dello stadio Olimpico “così come la vediamo non è accettabile”. Pugno duro della Questura di Roma in vista della prossima stagione calcistica allo stadio Olimpico. Irrigidimento del sistema di prefiltraggio, riduzione della capienza delle curve e una più significativa presenza degli steward sono solo alcune delle misure contenute nel nuovo modello organizzativo per la sicurezza allo stadio Olimpico condiviso con la Prefettura in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la sicurezza Pubblica. In particolare il Questore Nicolò D'Angelo ha puntato il dito contro l'organizzazione delle curve, la cui “capienza deve essere ridotta e passerà da 8.700 posti a 7.500” in modo da consentire “una migliore distribuzione dei tifosi: il corridoio di sicurezza al centro delle curve dovrebbe essere libero” così come l'area confinante con gli altri settori “per evitare che i tifosi passino da un settore all'altro scavalcando le barriere”. Per questo il nuovo modello organizzativo prevede un sistema di afflusso che divide le curve in due sottosettori già nella fase di prefiltraggio, mentre è in corso di valutazione la richiesta di innalzare le barriere all'interno dell'impianto. Novità anche all'esterno grazie a dei corridoi posizionati prima dei tornelli e a delle barriere i tifosi non potranno più circolare nell'area di prefiltraggio e così tentare di accedere non nel proprio settore. (28 luglio 2015)