sabato 23 giugno 2018 02:23:46
omniroma

Si spegne sogno olimpico Roma 2024
Comune dice No a candidatura

21 settembre 2016 Omniparlamento, Sport

Il Campidoglio dice ufficialmente no alla candidatura di Roma alle Olimpiadi. Saltato l’incontro con il presidente del Coni Giovanni Malagò, il sindaco Raggi in conferenza stampa ha chiuso i giochi: “È da irresponsabili dire sì a questa candidatura – ha detto Raggi – Non abbiamo mai cambiato idea ma abbiamo rafforzato la nostra idea sulla base degli ultimi dati. Vengono fatte tante promesse in occasione delle Olimpiadi. Ci ricordiamo bene come sono andati i Mondiali di Nuoto, ci siamo ritrovati con impianti abbandonati, inutilizzati che restano come scheletri e gusci vuoti. Non abbiamo nulla contro le Olimpiadi e lo sport però non vogliamo siano utilizzati come pretesto per ulteriori colate di cemento. No alle Olimpiadi del cemento”.

Prima della conferenza stampa, era saltato l’atteso incontro tra il sindaco Virginia Raggi e il presidente del Coni Giovanni Malagò per discutere della candidatura di Roma alle Olimpiadi del 2024. Secondo quanto riferito dal numero 1 del comitato olimpico, “il sindaco Raggi non si è presentata” all’incontro.

“Abbiamo chiesto un incontro vero, dove si poteva parlare. Se non c’erano le possibilità di parlarci bastava dirlo, non ridurre tutto a dieci minuti, visto che poi erano previsti altri impegni alle 15.30. Abbiamo aspettato 37 minuti nell’anticamera del sindaco ma non è venuto nessuno, solo un membro dell’ufficio stampa era lì con noi. Abbiamo chiamato per sapere dove fosse, ma lei non si è presentata. Questo non preclude il nostro desiderio di fare un altro incontro. Sappiamo che la loro è un’agenda complessa, ma sarebbe stato meglio posticipare l’incontro”, ha poi raccontato il coordinatore del Comitato promotore Roma 2024 Diana Bianchedi, interpellata all’uscita dal Campidoglio.

L’incontro già non era partito sotto i migliori auspici, con il Coni che aveva chiesto la trasmissione in streaming del faccia a faccia, al quale sarebbe stato presente anche il presidente del comitato paralimpico Luca Pancalli, ricevendo in risposta dal Campidoglio un secco ‘no grazie’. Intanto il presidente della commissione capitolina Sport, il 5 Stelle Angelo Diario, ha anticipato la posizione dell’amministrazione: il ritiro della candidatura olimpica “non è un’ammissione di incapacità” di gestire il processo organizzativo – ha detto – e inoltre “il dossier del Coni dice che 4 miliardi per Roma ci saranno da Regione e Stato anche se non si faranno le Olimpiadi. Per noi non è un’opportunità mancata, ma il contrario. Il rischio se non la quasi certezza di ulteriori sprechi evitati”.