martedì 19 settembre 2017 22:52:42
omniroma

Nidi, ok da Campidoglio a delibera
Baldassarre: “Al via iscrizioni 10 aprile”

31 marzo 2017 Senza categoria

La Giunta capitolina riunita ieri ha dato il via libera alla delibera n. 49 del 30 marzo 2017 inerente alle iscrizioni agli asilo nido della Capitale. I criteri definiti dall’amministrazione capitolina prevedono “l’inserimento nell’Avviso Pubblico annuale del criterio di scelta obbligatoria di massimo numero 6 nidi, di cui numero 3 nidi pubblici e numero 3 nidi in gestione indiretta, stabilendo il principio di scelta prioritaria e obbligatoria degli asili nido capitolini (a gestione diretta, in finanza di progetto o in concessione), da parte delle famiglie interessate, effettuata in sede di domanda di accesso al servizio, salvo il caso in cui la struttura privata convenzionata sia ubicata ad una distanza pari o inferiore a 300 metri secondo il percorso pedonale più breve dall’immobile di residenza del bambino; tale disciplina non riguarderà, altresì, le domande presentate per i minori con disabilità, con fratello, o sorella, con disabilità, con fratello, o sorella, già iscritti per l’anno educativo 2017/2018 ad un asilo nido a gestione indiretta” si legge nel documento di delibera firmato ieri.

Rispetto alla delibera precedente, che era stata oggetto di contestazione da parte delle educatrici dei nidi convenzionati e in concessione, muta quindi il parametro di obbligo che prevedeva nella vecchia bozza di delibera, scritta prima del confronto con le associazioni delle educatrici dei nidi a gestione indiretta, l’indicazione di almeno 5 nidi comunali, in via prioritaria, e soltanto di 1 struttura indiretta, quindi convenzionata o in concessione, e a cui le famiglie avrebbero avuto accesso, soltanto nel caso in cui fossero risultati saturi i cinque nidi comunali indicati in via prioritaria. La nuova delibera stabilisce anche che è fatta salva, per una distanza del nido comunale, pari o superiore a 300 mt dalla residenza, la possibilità di indicare non necessariamente una struttura diretta di Roma Capitale. Stesso principio, è indicato anche a tutela delle categorie fragili, quindi bambini con disabilità e per famiglie che abbiano già uno o più figli presso una determinata struttura.

“In questo anno educativo abbiamo liste d’attesa annuali con 915 bambini e 1.666 posti vacanti ma, soprattutto, circa 4.500 rinunce, è evidente che il sistema precedente non funzionava. Abbiamo anticipato i tempi di apertura delle iscrizioni, che partiranno il prossimo 10 aprile. Le famiglie potranno indicare la scelte di 3 nidi a gestione diretta e 3 nidi in gestione indiretta in convenzione, dando priorità ai nidi pubblici, salvo il caso in cui la struttura convenzionata sia ubicata ad una distanza pari o inferiore a 300 metri, secondo il percorso pedonale più breve dall’immobile di residenza del bambino, nell’interesse, anche ecologicamente rilevante, all’agevole raggiungimento a piedi del nido stesso”. Lo dichiara, in una nota, l’assessora alla Persona Scuola e Comunità Solidale di Roma Capitale Laura Baldassarre.
“Invertiamo la rotta rispetto agli anni scorsi, entro fine maggio saranno disponibili le graduatorie provvisorie, entro metà giugno quelle definitive. Infatti l’approvazione di questa delibera ci permette di pubblicare il bando già dal mese di aprile e offrire alle famiglie un periodo più ampio per programmare le iscrizioni. Oggi si compie un ulteriore passo per garantire la qualità del nostro sistema educativo, dopo la stabilizzazione del personale scolastico precario attuata con Deliberazione n. 15 del 5 agosto 2016. Il prossimo passo sarà la programmazione territoriale attraverso un percorso di geolocalizzazione dei nidi e l’utilizzo delle proiezioni demografiche per avere i nidi dove i bambini e le famiglie ne hanno bisogno”, aggiunge Baldassarre.