martedì 24 aprile 2018 05:14:16
omniroma

Neve, Capitale imbiancata
Scuole chiuse anche oggi

26 febbraio 2018 Cronaca

Dopo la mezzanotte i primi fiocchi hanno cominciato ad imbiancare la capitale e per l’intera notte e la mattina la neve ha ricoperto la capitale. La perturbazione nevosa dopo aver toccato la Tuscia ha così colpito la capitale ammantando di bianco tutti i suoi quartieri, a partire da quelli più settentrionali. Poco dopo le 3 del mattino i fiocchi hanno iniziato ad attecchire anche nel centro storico della Capitale. Si è trattato di una abbondante, con accumuli importanti a terra. Non accadeva accadeva dal 2012; la dama bianca è arrivata anche lungo le coste del litorale romano. A causa della neve e dell’emergenza maltempo sono chiusi Colosseo, Fori Imperiali, Palatino, Terme di Caracalla. I visitatori non potranno pertanto visitare tali monumenti che per ragioni di sicurezza.

Nel pomeriggio il Campidoglio ha reso noto che resteranno chiuse anche oggi le scuole di ogni ordine e grado, compresi gli asili nido, sul territorio di Roma. È quanto previsto in un’ordinanza sindacale firmata oggi. Il provvedimento si è reso necessario dopo i bollettini diffusi oggi dalla Protezione civile regionale: previste gelate molto intense e un forte abbassamento della temperatura che proseguiranno anche nella giornata di domani.

“Il persistere delle condizioni meteo avverse, specialmente nella zona nord della città,- spiega Atac – sta complicando l’esercizio del servizio di superficie, che al momento vede impiegate sul territorio comunale oltre 480 vetture bus dotate di gomme termiche a causa delle condizioni della viabililità stradale. Il servizio sulla metropolitana è attivo. Si sono registrate alcune limitazioni sulla rete tranviaria a causa della caduta di rami. Sulle ferrovie regionali, attivo il servizio sulla Termini Centocelle, la Roma Lido e il tratto urbano della Roma Viterbo. Sospeso il servizio sulla tratta extraurbana per abbondante nevicata”.

Circolazione rallentata lungo le principali arterie cittadine. Disagi per la caduta di alberi. In particolare alberi a Garbatella sulla carreggiata in via Cristoforo Colombo in direzione centro altezza Circonvallazione Ostiense; disagi sulla Cassia, sulla Via Tiburtina Valeria traffico rallentato causa #neve tra Incrocio Bagni Di Tivoli e Tivoli per mezzi intraversati. “Siamo al lavoro per garantire la percorribilità delle strade a fronte della nevicata eccezionale che ha interessato questa notte la Capitale. Si invitano i cittadini a limitare i propri spostamenti allo stretto necessario”. Lo scrive su Facebook l’assessore capitolino Pinuccia Montanari.

“Viste le avverse condizioni atmosferiche, per agevolare la mobilità cittadina, l’Amministrazione capitolina ha deciso di disattivare le Zone a traffico limitato di Centro Storico e Trastevere. Il transito è quindi consentito anche ai veicoli privi di permesso”. Così una nota del Campidoglio.

“Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti è presente da questa mattina nella Sala Operativa della Protezione civile per fare il punto della situazione dopo la nevicata di questa notte che ha interessato Roma e tutto il territorio regionale. Il presidente Zingaretti ha firmato la richiesta dello stato di mobilitazione. Inoltre, sono stati stanziati circa 4 milioni aggiuntivi a disposizione dei Comuni della regione per le prime emergenze legate alla neve e al ghiaccio.La Sala Operativa ha attivato un monitoraggio già da ieri sera e coordinato le circa 200 squadre di volontari a supporto della viabilità. Si sono riscontrati problemi sulla strada Monti Lepini a causa di un incidente, sulla strada per Forca D’Acero e sulla Carpinetana. I volontari sono intervenuti in soccorso degli automobilisti in panne, a supporto delle Autombulanze, e per il lavoro di capillarizzazione del sale. Gli interventi sulla viabilità sono in coordinamento con Astral. Un numero di volontari è impiegato anche fuori dalle stazioni Tiburtina, Termini e Ostiense di Roma a sostegno dei cittadini. Due treni si sono fermati a Campoleone e Santa Marinella, con un soccorso da parte dei volontari prima di ripartire”.Lo comunica in una nota la Regione Lazio.

“La morsa del maltempo e della neve sembra aver dato tregua al litorale romano. Si sta progressivamente tornando verso la piena operatività presso gli scali di Fiumicino, come quello di Ciampino. Anche la Pista 3 del Leonardo da Vinci ha ripreso a funzionare regolarmente da pochi minuti e questo, insieme alla Pista 1 che non hai smesso di funzionare, consentirà di smaltire più velocemente i ritardi in arrivo e partenza cumulatisi nel corso della mattinata, così come le riprotezioni. Le operazioni di manutenzione delle piste, secondo quanto era stato programmato negli scorsi giorni dallo ‘Snow Committee’ dello scalo, sono scattate già in nottata al cadere dei primi fiocchi, riversando sulle infrastrutture di volo circa 30.000 litri di liquido anticongelante per impedire il formarsi di ghiaccio su piste e piazzali e velocizzare così la rimozione della neve depositata al suolo. Dalle ore 2.15, quando la nevicata si è intensificata ulteriormente, sono entrati in azione i mezzi speciali antineve (lame con spazzole integrate, spargitori di liquido anticongelante, speciali turbine). Questo ha consentito, nonostante i 10 cm di neve caduti in meno di 4 ore, di mantenere sempre aperta l’operatività dello scalo. Sempre dalla notte, sono in corso le operazioni di de-icing dei velivoli, fondamentali in casi come questo per garantire la sicurezza dei voli: la neve depositata sulle ali degli aeromobili, in situazioni di bassa temperatura, tende infatti a congelarsi rendendo impossibile il decollo. Per questo a Fiumicino sono stati stoccati oltre 100.000 litri di liquido antighiaccio per gli aeromobili, che ora vengono utilizzati attraverso appositi macchinari”. Così in una nota Aeroporti di Roma.

Stop alle udienze dei tribunali civile e penale per via della nevicata che ha colpito Roma. La decisione è stata presa al termine di una consultazione tra il presidente della Corte d’Appello, Lucio Panzani, il presidente del tribunale Francesco Monasterace e i vertici dell’avvocatura capitolina.

Il Comitato Operativo, presieduto dal Capo Dipartimento della Protezione civile, Angelo Borrelli, alla presenza dei rappresentanti delle Strutture Operative, ha fornito un quadro della situazione meteorologica in atto, caratterizzata da un generale abbassamento delle temperature e verificato, in collegamento video con le Regioni interessate, eventuali situazioni di criticità nel territorio nazionale. Al momento le richieste di supporto arrivano principalmente dalla Città Metropolitana di Roma che, in linea con le previsioni, è stata interessata fin dalla notte, da precipitazioni a carattere nevoso. Nel corso della riunione il Dipartimento ha chiesto l’attivazione dei mezzi della Difesa a supporto delle operazioni di rimozione della neve e del volontariato regionale per assistenza presso alcune stazioni ferroviarie

Per la notte tra domenica e lunedì il Comando Generale della polizia locale di Roma capitale ha messo in campo 40 pattuglie per un totale di 100 agenti, che hanno fornito assistenza ai mezzi della Protezione Civile e di emergenza, oltre che alla cittadinanza. Dalle 7 di questa mattina sono in servizio 223 pattuglie composte da oltre 500 uomini, numero destinato a crescere in quanto il Comandante Generale ha disposto il numero massimo di agenti sul territorio. Il personale è coordinato dalla Centrale Operativa Lupa e dal COC, Centro Operativo Comunale.