martedì 26 settembre 2017 09:37:14
omniroma

MULTISERVIZI, VENERDI’ DELIBERA IN CONSIGLIO: LAVORATORI SARANNO IN AULA

26 luglio 2017 Cronaca

Arriverà in aula Giulio Cesare, entro la fine della settimana, verosimilmente venerdì 28 luglio, la delibera licenziata ieri dalla Giunta Raggi e che riguarda l’indizione di una gara a doppio oggetto, entro il 10 agosto prossimo, per l’assegnazione dei servizi attualmente svolti dalla Roma Multiservizi, partecipata al 51% da Ama e al 49% da Manutencoop.
Alla seduta “assisterà una delegazione di lavoratori nella speranza che vengano approvati alcuni emendamenti, che le opposizioni hanno detto che presenteranno a salvaguardia dei dipendenti Multiservizi, perché temiamo che con la gara a doppio oggetto resteranno fuori qualche centinaio di lavoratori” ha spiegato Serenetta Monti, sindacalista dell’Usi che oggi ha assistito alle sedute delle commissioni capitoline che hanno preso visione del documento approvato in Giunta.
La proposta del Campidoglio prevede l’istituzione di una NewCo, di cui Roma Capitale sarà il socio di maggioranza, e lo svolgimento, sotto la supervisione del socio operativo che si aggiudicherà la gara, di 8 servizi, che vanno dalla manutenzione del verde, alla pulizia nei nidi, al trasporto scolastico, alla pulizia delle piste ciclabili.
“Abbiamo vissuto molto male il percorso che ha portato a questa delibera. Il tanto sbandierato ascolto non c’è stato. Sono mesi che chiediamo d’intraprendere un altro percorso, quello dell’internalizzazione, e invece ci siamo trovati nottetempo con un documento che prevede un’unica formula, quella della gara a doppio oggetto voluta dall’assessore Colomban, il quale ha sempre riferito che l’obiettivo era tutelare il maggior numero possibile, e non tutti, i lavoratori”, ha aggiunto Monti.
La delibera di Giunta al momento “non dà nessuna indicazione rispetto al numero di lavoratori previsti e nonostante abbiamo chiesto di ricevere una fotografia reale delle ore di lavoro svolte dai dipendenti della Multiservizi, così come il Campidoglio aveva annunciato di fare, ad oggi nulla al riguardo ci è stato comunicato – ha continuato Monti – l’unica voce sui lavoratori nella delibera riguarda la clausola sociale”.
In merito ai criteri di selezione del personale, la delibera prevede tre punti essenziali
– Le procedure di reclutamento del personale vengono effettuate dopo l’applicazione della clausola sociale, sono svolte con efficacia e tempestività nel rispetto delle disposizioni previste dalla normativa vigente in materia e si ispirano ai criteri di trasparenza, pubblicità e imparzialità.
– Al fine di garantire la qualità dei servizi resi le parti si impegnano ad utilizzare quale criterio di
preferenza nelle procedure di reclutamento l’aver precedentemente operato con Roma Capitale e/o Società partecipate dalla stessa
– Le procedure di selezione, che avranno evidenza pubblica, dovranno prevedere l’istituzione di una commissione di valutazione composta dal Presidente del Consiglio di Amministrazione e dall’Amministratore Delegato (o loro delegati) della Società al fine di garantire la presenza di entrambe le espressioni delle parti nella selezione.
L’assemblea capitolina, inizialmente convocata fino a giovedì 27 luglio per la conclusione della discussione sull’assestamento di bilancio 2017-2019, è stata convocata (a seguito di una riunione dei capigruppo, tenutasi ieri sera) anche per venerdì 28 luglio, con orario dalle 10 alle 22 e l’ordine del giorno è stato integrato con la discussione delle proposte di delibera n. 54, che riguarda la gara a doppio oggetto per i servizi, e n. 29 che riguarda i piani di zona. Verosimilmente le due proposte saranno discusse quindi nel corso della seduta di venerdì 28 luglio.