martedì 26 settembre 2017 20:04:28
omniroma

MOVIDA, CONTROLLI TRA PIGNETO E SAN LORENZO: IN MANETTE 8 PUSHER

1 novembre 2015 Cronaca

Otto arresti per spaccio di stupefacenti, quattro a San Lorenzo e quattro al Pigneto, sono stati eseguiti dai Carabinieri del Comando Provinciale di Roma, che, senza sosta, proseguono l’attività antidroga in questi sensibili quartieri mete di giovani che frequentano la Movida. In particolare in piazza dell’Immacolata, nel quartiere San Lorenzo, i Carabinieri della Stazione Roma Prenestina hanno arrestato due cittadini tunisini, rispettivamente di 25 e 33 anni, entrambi con precedenti, sorpresi a cedere 1 g di hashish in cambio di 10 euro ad un giovane acquirente che è stato identificato e segnalato al Prefetto. Poco dopo, sempre in piazza dell’Immacolata, i Carabinieri della Stazione di Roma San Lorenzo hanno arrestato altri due cittadini tunisini, rispettivamente di 17 e 49 anni, entrambi già noti alle forze dell’ordine, sorpresi a cedere 2 g di hashish, in cambio di 10 euro ad un acquirente che è stato segnalato al Prefetto. A seguito di perquisizione i due pusher sono stati trovati in possesso di ulteriori 20 g dello stesso stupefacente che sono stati sequestrati. Due cittadini del Senegal di 34 e 36 anni, entrambi già noti alle forze dell’ordine, sono stati arrestati dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma piazza Dante che li hanno sorpresi in via Perugia, al Pigneto, mentre stavano vendendo 1 g di hashish in cambio di 10 euro ad un cliente che è stato identificato e segnalato. In via Macerata, i Carabinieri della Stazione Roma Casalbertone hanno invece arrestato un 44enne cittadino tunisino sorpreso a cedere 1 g di hashish in cambio di 10 euro ad un giovane acquirente che è stato segnalato. Per ultimo, in via del Pigneto, i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Trastevere hanno arrestato un cittadino del Senegal di 35 anni, già noto alle forze dell’ordine, sorpreso a cedere 2 g di hashish in cambio di 10 euro a due acquirenti che sono stati segnalati.
Tutti i pusher maggiorenni, dopo l’arresto sono stati accompagnati in caserma, dove sono a disposizione dell’Autorità Giudiziaria in attesa del rito direttissimo mentre il 17enne è stato accompagnato presso il Centro di Prima Accoglienza di via Virginia Agnelli . Dovranno rispondere del reato di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.