giovedì 23 novembre 2017 14:05:31
omniroma

MOVIDA, CONTROLLI CC IN TERRITORIO TIBURTINO: 7 ARRESTI

11 febbraio 2017 Cronaca

I carabinieri della Compagnia di Tivoli hanno avviato un servizio coordinato di controllo del territorio finalizzato principalmente a garantire un sereno week-end ai giovani e meno giovani in cerca di “sano” divertimento. Nel corso dei controlli, i Carabinieri hanno arrestato sette persone, provveduto a numerose denunce, elevato contravvenzioni e ritirato diverse patenti di guida a giovani sorpresi alla guida, in stato di ebrezza o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, pizzicati durante i massicci posti di controllo eseguiti lungo le principali arterie dell’area Tiburtina. In tale contesto sono stati effettuati altresì controlli anche a persone ristrette agli arresti domiciliari, compiute numerose perquisizioni personali e locali, controllati numerosi esercizi pubblici sul tutto il territorio di competenza. Questo robusto dispiegamento di forze che ha visto impegnati più Comandi della Compagnia Carabinieri di Tivoli ha portato all’arresto di ben 7 persone e a denunciarne una decina in stato di libertà, sequestrare circa 700 gr. di stupefacente, ed elevare numerosissime contravvenzioni e ritirare alcune patenti di guida. In particolare: i Carabinieri della Stazione di Tivoli Terme hanno arrestato due persone R.A, B.MT, un uomo ed una donna, entrambi nati a Tivoli rispettivamente del 71’ e del 68’, trovati in possesso di 470 g di hashish nascosti all’interno del congelatore di casa in via dell’Aeronautica; i Carabinieri della Stazione di S. Vittorino Romano hanno arrestato D.B.S., cittadino romano del 88’, poiché a seguito di un mirato controllo alla circolazione stradale è stato trovato in possesso di grammi 42 di hashish, nascosti nella tasca del suo giubbino, la successiva perquisizione domiciliare ha consentito di rinvenire altri 36 g di marijuana nascosta all’interno di una stampante; i Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Tivoli, invece, hanno arrestato un uomo D.M., cittadino albanese del 68’, sorpreso a rubare circa 30 litri di gasolio dal serbatoio di un autocarro della stessa società dove lavora. Gli stessi Carabinieri poco dopo hanno arrestato altri due cittadini albanesi, K.L. del 78’ e K.E. del 83, sorpresi a staccare le placche antitaccheggio dal magazzino di un negozio di elettronica all’interno del centro commerciale Roma-Est;
i Carabinieri della Stazione di s. Angelo Romano hanno arrestato un cittadino romano, L.F. del 69’, in esecuzione di una misura restrittiva al regime degli arresti domiciliari ed emessa dal Tribunale Ordinario di Roma, poiché resosi responsabile di un reato relativo alle violazione della normativa sugli stupefacenti, per cui dovrà espiare una pena di un anno e quattro mesi di reclusione; i Carabinieri della Tenenza di Guidonia hanno denunciato in stato di libertà un cittadino Romano del 92’, residente nel comune di S. Angelo Romano, che a seguito di perquisizione personale è stato trovato in possesso di alcune dosi di cocaina ed altre di hashish, abilmente occultate all’interno del polsino del suo giubbino, la successiva perquisizione domiciliare ha permesso di rinvenire anche delle cartucce calibro 7,62 NATO e cartucce SMI 74, per cui lo stesso sarà deferito oltre che per spaccio di sostanze stupefacente anche per il reato di detenzione non autorizzata di munizionamento da guerra. Tutti gli arrestati, al termine delle formalità di rito, sono stati accompagnati presso le camere di sicurezza del Comando Compagnia, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente, in attesa del rito direttissimo.