martedì 26 settembre 2017 02:15:49
omniroma

Montacassino, il Villaggio di Natale diventa un caso diplomatico
L’Ambasciata polacca invia una nota di protesta

15 dicembre 2015 Regionale

La vicenda del Villaggio di Natale in località Albaneta su Montecassino sembra diventare un caso internazionale. Domenica pomeriggio la console polacca in Italia, in anonimato, accompagnata solamente dall’addetto militare del suo consolato, ha fatto visita all’Albaneta e ieri ha inviato una nota di protesta al ministero degli affari esteri Italiano invitandolo a prendere provvedimenti. E’ quanto si è appreso dall’ufficio stampa dell’ambasciata polacca a Roma. Nella nota di protesta, il console lamenta la presenza del mercato di Natale a ridosso del cimitero militare polacco. Una iniziativa privata nata su un terreno di proprietà dei monaci dell’abbazia benedettina data in concessione per 20 anni ma ricadente in un’area cara ai polacchi e da loro stessi definita una delle più importanti per via del grande tributo di sangue pagato, in quel posto, nel corso del secondo conflitto mondiale. La stessa console, come tutti i turisti polacchi arrivati a Montecassino in questi giorni, sono costretti a pagare il biglietto di accesso all’area del mercatino su cui si snoda l’unica strada che conduce a due dei tre monumenti presenti in zona, realizzati in ricordo dei loro caduti.