giovedì 25 maggio 2017 03:16:51
omniroma

Migranti, Baobab: nuovo sgombero
Portati in ufficio immigrazione 98 ragazzi

19 maggio 2017 Cronaca

“Sgombero in corso a Piazzale Maslax: (presidio di via Gerardo Chiaromonte a Est della stazione Tiburtina) 98 ragazzi portati all’ufficio immigrazione per l’ennesima identificazione; i volontari allontanati e tenuti fuori dall’area senza la possibilità di accedere. L’intenzione è quella di buttare via tutto, tende, gazebo, donazioni oltre agli effetti personali dei ragazzi, ricordi, documenti legali. Gravissimo, un vero e proprio abuso, un atto di polizia illegittimo. Sgomberano un presidio umanitario, l’unica forma di accoglienza a Roma per donne e uomini in fuga da guerre e dittature, che dopo aver attraversato un inferno di torture e violenze, approdano in un paese che non sa e non vuole aiutarli. Stato di polizia, politiche inumane, incivili, indegne di uno stato che si professa democratico. Ma noi non ci fermiamo, siamo qui e non ce ne andremo finché ci sarà anche solo un migrante da accogliere.  E le tende verranno con noi. Stiamo lanciando la campagna #LATENDAÈMIA: rivendica la proprietà di una delle cinquanta tende di piazzale Maslax mandando una mail all’indirizzo  baobabexperience@gmail.com, con nome, cognome e data di nascita indirizzata alla questura di Roma”. Così il centro Baobab su Facebook.
“Ennesimo sgombero del presidio del Baobab, in via Gerardo Chiaromonte, vicino al piazzale est della.Stazione Tiburtina. Stamattina le ff.oo. hanno portato via 98 migranti per identificarli all’ufficio immigrazione di via Patini. Altri 18 sono stati lasciati andare in quanto in possesso del permesso di soggiorno – si legge in un altro post – La polizia ha erto un muro: nessuna possibilità di trattativa. Attendiamo a breve che le tende e gli altri beni vengano buttati via. Ma sono tutte donazioni della cittadinanza all’associazione, catalogate e messe in inventario:una vera e propria appropriazione indebita senza presvviso di sgombero. Per questo chiediamo a tutte e a tutti, specialmente donne e uomini della politica, dello spettacolo e della cultura, di unirsi a noi per difendere il presidio umanitario:
#latendaèmia  #iostoconilbaobab Rivendicate la proprietà di una delle cinquanta tende di piazzale Maslax mandando una mail all’indirizzo baobabexperience@gmail.com, con nome, cognome e data di nascita indirizzata alla questura di Roma”.