mercoledì 18 ottobre 2017 00:23:13
omniroma

“Metro A e B, serve un miliardo”
Omodeo Salè: “Linee da ammodernare”

19 aprile 2016 Cronaca

 

“E’ urgentissimo l’ammodernamento delle linee metro A e B”. Così, il presidente di Roma metropolitane, Paolo Omodeo Salè, nel corso di un’intervista .
L’ammodernamento, come ha spiegato Salè, “dovrebbe riguardare i mezzi, le gallerie, le stazioni, gli impianti. Va ammodernato sia l’aspetto infrastrutturale e della sicurezza sia quello urbano relativo alle stazioni e alle gallerie”. “Servono almeno 1 miliardo di euro di fondi pubblici”, ha aggiunto. Il presidente RM ha parlato sia delle “vecchie” metropolitane che de4lla “nuova” metro C e della sua completa realizzazione.

“Il governo dovrebbe nominare un commissario a garanzia del completamento della linea metro C” ha continuato il presidente di Roma metropolitane. Il commissario, secondo Salè, avrebbe il compito di “assicurare una continuità nella realizzazione della linea C, consentendo all’opera di traguardare l’obiettivo delle Olimpiadi 2024, traghettandola nel passaggio da un’amministrazione comunale e l’altra”. I vari cambi di sindaco, infatti, rischiano di rallentare la realizzazione dell’infrastruttura. “La stazione San Giovanni della linea metro C sarà consegnata entro l’anno, al massimo i primissimi del nuovo anno” ha garantito il presidente di Romametropolitane, Paolo Omodeo Salè, precisando che “una volta consegnata la stazione, quello che potrebbe leggermente slittare è la connessione con la linea A”, su cui dovranno essere effettuate le verifiche anche da parte dei vigili del fuoco. La stazione metro Colosseo, invece, “sarà consegnata entro il 2021”. “La linea metro C  – ha aggiunto – sarà realizzata per intero e arriverà a Farnesina per le Olimpiadi 2024”.

Il presidente ha aperto un capitolo anche sulla metro D.  “Il procedimento per la realizzazione della linea metro D è tutt’altro che morto. Se c’è la volontà politica l’opera si realizza eccome. In particolare, in questo momento, rispetto ad alcuni anni fa, c’è una fila di investitori stranieri pronti a realizzarla in quota parte attraverso lo strumento del project financing”. La linea, su cui è stato predisposto anni fa un progetto preliminare, originariamente doveva collegare l’Eur al Salario tagliando il centro storico e passando sotto il Tevere. Rispetto a quel progetto, il tracciato potrebbe variare. “Da Trastevere – ha spiegato Salè – si proseguirebbe verso san Pietro, dove potrebbe predisporsi un cambio con la linea C. Da lì, la linea andrebbe verso Salario”.